Home News Angeli dei 4 Zampe Cane picchiato e lasciato morente nei campi: salvataggio in extremis

Cane picchiato e lasciato morente nei campi: salvataggio in extremis

CONDIVIDI
crudeltà animali
Cane picchiato

Cane picchiato a morte, ritrovato in uno stato comatoso

Qualcuno non è rimasto indifferente e ha segnalato la presenza dell’animale ai volontari dell’organizzazione Animal Aid India.

L’esemplare, un meticcio bianco di taglia media, era in un campo, sdraiato a terra vicino ad una pozzanghera. Il povero animale era in uno stato incosciente, respirava a mala pena.

I volontari si sono avvicinati al corpo martoriato di quella povera bestia per accertare se fosse ancora viva. Il cane respirava ma non reagiva a nessun stimolo.

A quel punto lo staff doveva intervenire prontamente. Il cane è stato preso delicatamente tra le braccia di un volontario che lo ha caricato sul furgone dell’organizzazione animalista, nota ormai attraverso il canale youtube per i salvataggi estremi.

Al rifugio, i veterinari durante gli accertamenti sulle condizioni del cane è emersa una verità raccapricciante.

Il povero cane era stato picchiato a morte. Aveva un trauma cranico che lo aveva reso incosciente e diverse ferite su tutto il corpo. Non riusciva neanche a stare in piedi. Le condizioni del cane erano disperate. Qualcuno l’aveva picchiata brutalmente sulla testa provocandole diverse ferite.

I veterinari hanno subito effettuato una flebo e cucite le ferite da taglio sulla testa e la coda. Molto probabilmente il povero cane era legato, si è dimenato per scappare via dai suoi aguzzini. Una volta caduto a terra, chi ha compiuto quell’atroce gesto potrebbe essersi sbarazzato del cane, gettandolo in mezzo ai campi.

Soccorso animali

L’esemplare, una giovane femmina chiamata Angela era in una condizione grave e lo stesso staff pensava che forse non ce l’avrebbe mai fatta a sopravvivere.

Dopo qualche ora dall’intervento, i volontari hanno provato a farla camminare. Angela non riusciva a stare in piedi sugli arti posteriori. Molto probabilmente le percosse sul cranio avevano provocato un danno neurologico.

A distanza di due mesi dopo una lunga degenza, la dolce Angela è di nuovo in piedi. Lentamente il cane ha anche ripreso fiducia nelle persone.

Grazie all’affetto e alle attenzioni dei volontari Angela non solo ha ripreso a camminare ma finalmente non dovrà più temere le persone

 

Video del salvataggio

C.D.