Home News Cane rinchiuso per giorni in macchina: le sue condizioni

Cane rinchiuso per giorni in macchina: le sue condizioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:33
CONDIVIDI

Un cane pitbull è stato vittima di maltrattamenti. Chiuso in auto e in garage per giorni. Denunciato il proprietario

pitbull (Foto Pixabay)
pitbull (Foto Pixabay)

Un animale domestico va rispettato, coccolato e tenuto in condizioni che non ne compromettano la sua salute. Questi sono i primi presupposti da cui bisogna partire quando si decide di portare a casa un cane, un gatto o qualsiasi altro animale.

Nel momento in cui si adotta un animale solo per capricci o per utilizzarlo per altri motivi, sarebbe d’obbligo evitare di prenderlo con sé. Gli animali sono di animo nobile e non meritano di ricevere maltrattamenti.

Detto ciò, la storia di oggi ha come protagonista un pitbull che ha subito maltrattamenti dal suo proprietario, il quale sicuramente non si rendeva conto del male che faceva al suo amico a quattro zampe.

Potrebbe interessarti anche: Sbatte il pitbull a terra, uomo arrestato per maltrattamento di animali

Cane rinchiuso per giorni in macchina: le sue condizioni

Pitbull, un cane fedele (Foto Pixabay)
Pitbull, un cane fedele (Foto Pixabay)

Pochi giorni fa al telefono amico dell’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente è arrivata una segnalazione. Questa è stata passata prima in forma verbale e poi scritta alla polizia locale del paese della Valsassina, in provincia di Lecco.

È dunque nel cuore della Lombardia che è andata in scena la nostra storia. A Valsassina un cane di razza pitbull era tenuto in condizioni di maltrattamento e abbandono temporaneo.

Il cane, purtroppo, era stato costretto a restare chiuso in auto e nel garage al buio per parecchi giorni. Ma la giustizia è entrata in scena. Rintracciato grazie al numero di targa il proprietario, questi sarà denunciato nelle prossime ore all’autorità giudiziaria.

In una nota dell’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente si legge che “tenere il cane in condizioni estreme è vergognoso oltre che essere un reato”.

Il cane pitbull non è di proprietà di un cittadino della Valsassina, bensì di un turista che è stato identificato dai volontari locali dell’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente.

L’uomo, oltre ad essere stato segnalato alla locale polizia municipale sarà denunciato all’autorità giudiziaria. Purtroppo, c’è da dire che casi come questo di oggi ce ne sono a bizzeffe e che dunque, il problema dei cani tenuti sui balconi o chiusi in auto non è risolto.