Home News Cane randagio corre la maratona per 15 miglia per trovare una famiglia

Cane randagio corre la maratona per 15 miglia per trovare una famiglia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:39
CONDIVIDI

Cane randagio inizia a correre durante una maratona asfaltando i partecipanti, e trovando finalmente una famiglia per tutta la vita.

cane corre per 15 miglia
Cane corre per 15 miglia per trovare una famiglia (Fonte foto Wake County Animal Center)

Un randagio stava passeggiando da solo lungo la strada vicino di  Dunn, nella Carolina del Nord quando notò alcune persone che correvano e decise di unirsi al gruppo.

Su quel tragitto infatti si stava correndo una corsa di beneficenza, e  il cane viste le tante persone sembrava entusiasta e iniziò a correre insieme a loro, allegramente e non mostrando alcun segno di affaticamento.

Inizialmente tutti pensavano che il cane fosse di qualcuno che stava correndo insieme nella mischia delle persone, ma arrivati al traguardo dopo aver percorso 15 miglia il padrone del cane non si trovava.

Un’uomo che l’aveva perso di vista durante la corsa, tagliato il traguardo, si rese conto che il cane non era in attesa di nessuno e che faceva le feste a chiunque si avvicinasse.

La storia di Max il cane che corre

(fonte foto Wake County Animal Center)

Così il direttore di gara per accertarsi che al cane non succedesse nulla contatto le autorità, ma l’uomo che inizialmente lo aveva notato correre, essendo un grande amante degli animali decise che non era necessario contattare nessuno, e che si sarebbe occupato lui di portare il cane dal veterinario per accertarsi che il cucciolo incrociato con un pitt-bull fosse provvisto del micro-chip per risalire ai proprietari.

Sfortunatamente però, nonostante il cane fosse provvisto di micro-chip contattati i suoi padroni si rese subito conto che erano stati proprio loro ad abbandonarlo in un rifugio, a causa di un trasferimento fuori città di tutta la famiglia .

Infatti l’uomo che rispose alla comunicazione del ritrovamento asserì solo di portare il cane nel rifugio dove mesi prima l’aveva lasciato, e che il volontari si sarebbero occupati di lui.

Così avvertiti anche gli alti corridori e il direttore di gara che era molto in pensiero per ciò che sarebbe successo al cane. L’uomo che si stava occupando di Max (il nome del cane) decise di spargere la voce anche sui social per cercare di trovare un ottima famiglia al cane runner.

Arrivato al rifugio l’uomo venne messo immediatamente al corrente di tutta la situazione di Max.

Sembra infatti che a causa del trasferimento il primo proprietario aveva dovuto lasciare il cane Max al rifugio, dato che non poteva in alcun modo portarlo con se. Ma questo accadeva a dicembre, dopo 6 mesi nei quali il cane era sempre rimasto al rifugio finalmente una coppia lo aveva adottato a giugno, ma nonostante stessero insistentemente cercando di contattarli non erano riusciti in alcun modo a raggiungerli.

Così la responsabile del rifugio decise di metterlo nuovamente in adozione facendo presente anche sui social che il cane è un ottimo corridore ben educato e adatto a tutte le famiglie.

Una coppia di atleti che da qualche anno aveva perso il proprio cane e era infatti alla ricerca di un cane con le qualità di Max. Vedendo l’annuncio decise che vista la sua educazione e la sua gioia nel correre, quello poteva essere il cane perfetto per loro.

L’adozione di Max

Max felice che corre con il suo nuovo amico umano

La coppia atletica cercava infatti un cane per  corre insieme, e che allo stesso tempo fosse ben educato, buono e gentile, anche con la loro bambina e Max, aveva veramente tutte queste qualità rivelandosi il cane perfetto.

La cosa più eclatante è che la coppia di atleti aveva visto l’annuncio su Facebook, qualche tempo prima e quando si erano recati al rifugio in cerca di un cane,avevano perso le speranze che Max fosse ancora li, ma avevano la speranza di trovare un cane che si adattasse perfettamente alla loro famiglia.

Vi si erano recati  quindi alla ricerca di un altro cane, ma quando arrivarono nel rifugio lo riconobbero subito e decisero che Max doveva assolutamente far parte della loro famiglia.

Il cane ora è amato e coccolato in ogni istante della sua vita, ogni mattina corre 6 miglia con il suo nuovo amico umano e passa le serate sdraiato sul divano con la figlia della coppia.

Una splendida storia che unisce l’amore per lo sport e quello per gli animali, il cane ora finalmente sta vivendo la vita che merita.

L.L.

potrebbe interessarti anche—>

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI