Home News Cane salva la vita del padrone colpito da ictus, Bobby finisce in...

Cane salva la vita del padrone colpito da ictus, Bobby finisce in canile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:41
CONDIVIDI

Un cane, da vero eroe, ha salvato la vita del suo padrone colpito da un ictus. Ma dopo la momentanea gloria il cucciolo è finito in canile

cane salva proprietario ictus
Bobby il cane che ha salvato il padrone da un ictus (Foto Facebook)

Un quattro zampe devoto e affettuoso è riuscito con il suo intervento a scongiurare una tragedia e a salvare la vita del suo proprietario in pericolo.
Ma dopo gli elogi e gli onori, questa storia non ha avuto un vero e proprio lieto fine. L’eroico cagnolino, infatti, dopo il suo gesto ammirevole è andato in canile.

Potrebbe interessarti anche: Anziano cane salva la vita il padrone dall’aggressione di un ladro: ferito da proiettili

La storia di Bobby, il cane finito in canile dopo aver salto il proprietario

cane bobby canile
Cane (Foto Pixabay)

Il fatto è accaduto a settembre dello scorso anno, a Teramo, in Abruzzo.
Il quattro zampe protagonista di questa vicenda è un cane di quattro anni di nome Bobby. Il Fido viveva con il suo anziano proprietario di 70 anni in un appartamento a Montorio al Vomano, fino a quando, un giorno, l’uomo è stato colto da un ictus.

Bobby ha così improvvisamente visto il suo padrone accasciarsi a terra. Il fedele cagnolino è rimasto accanto all’uomo in pericolo di vita, emettendo dei guaiti che hanno attirato l’attenzione dei loro vicini di casa.

Una di loro, allarmata dal comportamento del cane, ha allertato i soccorsi.
“Bobby non abbaiava, ma era come se facesse un triste lamento. Quel suono mi ha fatto scattare il dubbio che c’era qualcosa che non andava.”

Potrebbe interessarti anche: Uomo colto da un infarto: a salvarlo l’intervento del suo Pit Bull

Vigili del fuoco e ambulanza sono giunti poco dopo. I soccorsi si sono introdotti nell’appartamento sfondando una finestra, ritrovando l’anziano signore steso a terra e il tenero cagnolino al suo fianco, intento a vegliarlo.

Sempre la stessa vicina ha raccontato che, quando ha visto i vigili del fuoco entrare in casa, il cane ha emesso un forte ululato, come un grido di liberazione. Per poi assistere tranquillamente alle operazioni di soccorso.”

Il fedele cucciolo è stato elogiato e celebrato da tutti come un eroe, per il suo atteggiamento vigile e per aver messo in allerta i vicini.
Ma solo poche ore dopo aver salvato il suo umano, a causa dell’impossibilità del suo padrone di prendersi cura di lui, date le sue condizioni di salute, e non potendo il cucciolo restare solo, il cane è stato condotto in un canile.

La scelta di condurre il Fido in un rifugio era finalizzata a concedere al suo legittimo padrone il tempo necessario per rimettersi e poter in seguito ricongiungersi e riabbracciare l’animaletto a cui deve la vita.

Nel frattempo è stata cercata, e trovata, una famiglia disposta ad adottare il cucciolo. Fortunatamente poco dopo è giunta la notizia che le condizioni del padrone sono migliorate e, se in grado, poteva riprendere il suo Fido.

M. L.