Home News Cane salvato dalla crudeltà degli uomini: l’hanno adottato dall’altra parte del mondo

Cane salvato dalla crudeltà degli uomini: l’hanno adottato dall’altra parte del mondo

CONDIVIDI
cane
Gaia, l’esemplare femmina di cane salvato da una generosa coppia

Un cane salvato grazie alla generosità di una coppia. I due l’hanno incontrato durante una vacanza all’estero, e hanno fatto di tutto per portarla a casa con loro.

Thora Christensen ed il suo compagno Itai Reeders stavano viaggiando a Lombok, in Indonesia, quando si imbatterono in Gaia. Thora non sapeva se quella tenera cucciolona che giaceva sulle sue ginocchia ce l’avrebbe fatta. Il loro incontro si ebbe lì, nel Sud-Est Asiatico, a Lombok. Dopo averlo incontrato fece seguito un viaggio lungo ben 37 ore.

“Abbiamo trovato Gaia sdraiata sotto ad un albero a Lombok. Viaggiavo in Indonesia con il mio compagno, Itai, e stavamo procedendo sul nostro scooter quando l’abbiamo vista”. La donna spiega: “A Lombok, una città a prevalenza musulmana dell’Indonesia, i cani non vengono trattati nel modo in cui meriterebbero. A causa delle convinzioni personali e religiose nella regione, questi animali sono spesso disprezzati”.

“E non c’è alcun supporto del governo per risolvere il problema. Gaia è solo un cucciolo, come di migliaia di altri cani al mondo. Non ci sono sforzi per aiutare i cani randagi e spesso le femmine per le strade non sono sterilizzate”. Dopo aver passato un’ora con il cucciolo, la coppia se ne andò.

“Mi ripromisi che saremmo tornati da lei il giorno dopo. Ed all’indomani, sotto a quello stesso albero, lei era ancora lì. Quindi io e Itai le abbiamo dato acqua e cibo. Ed alcuni ragazzi della zona venivano da noi. Erano confusi sul motivo per cui stavamo trattando Gaia in questo modo. Uno di loro ha cercato di colpirla con un bastone”.

“Alla fine un uomo del posto ha detto loro di andare via. Ma più tardi, quello stesso ragazzo tornò con un filo da pesca e cercò di metterlo attorno al collo di Gaia. È stato allora che ho detto che non potevamo lasciarla sola”. La donna prese Gaia e la portò da un veterinario, dove alla fine il cane è stato sverminato e le sue pulci sono state debellate.

Cane salvato, l’ignoranza umana l’avrebbe condannato alla sofferenza

“Le si potevano vedere le costole, talmente era denutrita. E le pulci stavano strisciando su di lei. Il veterinario ci ha detto che di solito è una scena comune a Lombok. Ricordo che quando abbiamo camminato per le strade con lei, la gente ci guardava male e qualcuno l’ha persino presa a sputi”.

La coppia avrebbe voluto portare via con se l’animale. Ma per farlo serviva il vaccino contro la rabbia. “Purtroppo però Gaia era ancora troppo piccola. Abbiamo dovuto lasciarla dal veterinario per circa una settimana quando siamo volati via da Bali. A causa delle leggi indonesiane, è illegale portare i cani dentro e fuori dal paese. Infine, abbiamo trovato un’organizzazione di noleggio di animali ed una compagnia aerea che le avrebbe permesso di volare”.

“Abbiamo preparato i suoi documenti e ci siamo ricongiunti a casa”. Il tutto è avvenuto lo scorso 21 giugno, con il cane che ha volato dall’Indonesia al Canada. Per gli amici ed i parenti della coppia è stato come accogliere un neonato. Tutti sono rimasti molto contenti. E dovrebbe essere sempre così.

A.P.