Home News Il cucciolo di cane salvato un’ora prima dell’eutanasia

Il cucciolo di cane salvato un’ora prima dell’eutanasia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:15
CONDIVIDI

Blue è un cucciolo di cane newyorkese, salvato un’ora prima di subire l’eutanasia nel canile che lo ospitava. 

cane salvato un'ora soppresso
Blue, il cane salvato un’ora prima di essere soppresso (Foto YouTube)

Un cucciolo di due anni, un cane di nome Blue, è stato salvato in extremis: un’ora prima di essere soppresso, infatti, il meticcio ha visto la sua vita cambiata radicalmente. Una storia emozionante, che racconta quella di un povero animale abbandonato, destinato ad essere ucciso attraverso un’iniezione.

Per molto tempo, infatti, Blue è stato un cane da guardia di una famiglia di New York. Poi, però, i suoi proprietari devono essersi stancati di lui e l’hanno abbandonato con un gesto barbaro. Dopo una settimana passata solo in un capannone,  i volontari della New York City Animal Care Center, allertati da una chiamata, hanno prelevato il cucciolo e lo hanno trasferito nel loro rifugio.

Dopo essere stato salvato, Blue finisce nel canile e rischia la vita

cane salvato un'ora soppresso
Blue viene trasferito (Foto YouTube)

Qualcosa però va storto per il povero Blue: la struttura che lo ospitava, infatti, ha avuto un guasto all’impianto di riscaldamento. Quindi tutti i suoi ospiti sono stati trasferiti al canile di Brooklyn, dove si applica ancora la barbara pratica dell’eutanasia per gli amici a quattro zampe.

Una sorte che sarebbe toccata anche a Blue e ai suoi compagni: i nuovi arrivati hanno creato una situazione di sovraffollamento, che il personale ha deciso di eliminare. Dunque per il simpatico cane meticcio e per gli altri 12 cuccioli si prospettava la morte, che sarebbe stata inflitta proprio da chi li stava ospitando.

Un’ora prima di essere soppresso, il cane viene salvato

cane salvato un'ora soppresso
Blue dopo essere stato salvato (Foto YouTube)

Questa storia, però, ha un lieto fine: prima di compiere il tremendo atto, il personale del canile ha inviato una mail all’associazione New Hope, nota per aver salvato molti cani poco prima di essere soppressi. I volontari hanno cercato e ottenuto, attraverso i loro avvocati, una proroga per l’uccisione degli animali: 24 ore di tempo in più per trovare una casa ai 13 sfortunati cuccioli.

I primi 12 sono stati sistemati in poco tempo, mentre per Blue è sembrato non ci fosse nulla da fare. Poi, un’ora prima della sua iniezione letale, ecco che è accaduto il miracolo: Sophie, una donna che abita nel New Jersey, ha deciso di compiere un atto d’amore e responsabilità, adottando il cane. L’animale è così scampato alla morte e ha trovato una famiglia in grado di amarlo. Tutto è bene quel che finisce bene. Di seguito, il video che racconta la storia di Blue.

Ti potrebbe interessare anche: Cane salvato da un rifugio in extremis: “Greg non morirà oggi”

Matteo Simeone