Home News Cane soccorritore, dopo 16 giorni al gelo, il tanto atteso ritrovamento

Cane soccorritore, dopo 16 giorni al gelo, il tanto atteso ritrovamento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:04
CONDIVIDI

Cane soccorritore, ritrovato dopo 16 giorni sui ghiacciai del Cervino. Dal punto di vista fisico è debilitato ma ora deve rimettersi in forze

L'espressione del pastore belga malinois (Foto Pixabay)
L’espressione del pastore belga malinois (Foto Pixabay)

La resilienza di alcune razze di cani, lasciano stupefatti. Si chiama Malice ed è una femmina di pastore belga Malinois, ha  sette anni e per sette giorni è sopravvissuta vagando a oltre 3.500 metri sui ghiacciai del gruppo del Cervino, senza avere a disposizione cibo e con delle temperature che sono giunte a -25 gradi. La quattro zampe si è allontanata dal Plateau Rosa il 12 gennaio, episodio che non era mai accaduto. La quattro zampe ora è ridotta pelle e ossa, ci vorrà del tempo per riprendersi ma la vera fortuna è averla trovata viva.

Cane soccorritore sopravvive 16 giorni sui ghiacciai del Cervino 

Malinois all'azione (Foto Pixabay)
Malinois all’azione (Foto Pixabay)

Non era mai accaduto prima d’ora. Per dieci giorni l’abbiamo cercata con l’elicottero e con il drone. Le due settimane seguenti ho pensato o è scesa a Zermatt, sul lato svizzero e qualcuno la tiene in un appartamento o devo temere il peggio. Invece, ieri sera del tutto inaspettatamente è tornata avvertendo il brutto tempo come accade ai selvatici.” ha spiegato Lucio Trucco, guida alpina, tecnico del Soccorso alpino valdostano e gestore del rifugio Guide del Cervino (3.480 metri).

Appena la quattro zampe è stata ritrovata, Trucco rivela di avergli fatto le feste, nonostante fosse senza energia. “Dobbiamo darle da mangiare a poco a poco, per evitare il rischio di una torsione dello stomaco.” ha aggiunto il tecnico.

Inoltre, sempre secondo lui “sarà scesa ad una quota compresa tra i 3.500 e i 3.800 metri. In caso contrario, si sarebbe sporcata e avrebbe avuto un odore di selvatico. Ha riportato qualche taglio sul muso e sulle zampette ma per fortuna nulla di grave.

Cane soccorritore, le caratteristiche della razza

Pastore belga che corre (Foto Pixabay)
Pastore belga che corre (Foto Pixabay)

La capacità di resilienza della razza belga malinois, dipende dalla versatilità del suo carattere. E’ un cane che con molta versatilità si presta bene ad ogni tipo di ruolo, da difesa, da macerie, valanghe e naturalmente da difesa. Moralmente è molto forte, non ha paura di nulla e si mostra sempre pronto all’azione. Ciò si evidenzia soprattutto nella sua espressione sul volto, sempre fiera e nei suoi occhi brillanti. Le sue capacità, ovviamente, devono essere supportate da un “polso fermo” per l’addestramento all’obbedienza e alla difesa. E’ dotato di una grande intelligenza e durante la sua crescita, dal punto di vista fisico ha bisogno di essere nutrito con una dieta bilanciata ricca di sali minerali e di calcio. E’ una razza particolarmente forte e un esempio è stato confermato dal fatto che inaspettatamente è stata ritrovata viva.

Potrebbero interessarti anche i seguenti argomenti:

B.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI