Home News Angeli dei 4 Zampe Cane soppresso in canile, gettato nella spazzatura. Trovato vagante per strada

Cane soppresso in canile, gettato nella spazzatura. Trovato vagante per strada

CONDIVIDI
eutanasia cani
Valor il cane soppresso, sopravvissuto miracolosamente

Era stato soppresso in un canile e gettato via. Lo ritrovano vivo per strada

La vita è un miracolo, un bene prezioso e fragile che dovrebbe essere rispettato. Dona la forza di affrontare ogni ostacolo.Ogni creatura vivente sente dentro di sé quella forza legata ad un istinto ma anche a sentimenti oppure a degli ideali.

Molti animali ci hanno mostrato il significato di questo anelito di sopravvivenza. Animali che hanno dato l’esempio di cosa vuol dire lottare per restare in vita nonostante le avversità.

E’ il caso di un esemplare, che in un canile in Texas, è stato soppresso. Una pratica ancora applicata nelle strutture municipali per far fronte al sovraffollamento dei cani.

Quel cane, un giovane meticcio incrociato con un blu heeler, è stato poi gettato nella spazzatura esterna al canile, per essere smaltito.

Il cane risultava morto. Eppure lo hanno ritrovato vagante per le strade della città di Trevis.

A recuperare l’animale, i volontari del gruppo animalista Pflugerville, Cuz I Matter che lo hanno subito soccorso. Cercando di ricostruire la storia del cane, chiamato Valor, i volontari hanno fatto l’agghiacciante scoperta. Ovvero, quel cane era stato soppresso.

“Questo povero cane era stato soppresso e la sua carcassa getta nella spazzatura. Sicuramente hanno sbagliato la dose del farmaco e lui si è risvegliato”. Scrivono i volontari.

Il cane è stato ritrovato lungo un’autostrada. Purtroppo a causa del farmaco somministrato ha perso la vista.

“Gli umani lo hanno deluso. Non potevamo permettere loro di ucciderlo di nuovo”.

Adesso Valor merita un’altra occasione. “E’ sopravvissuto per una ragione”, sottolineano i volontari.

Cani traditi

Il cane è stato recuperato e trasferito presso uno stallo dove Valor sarà curato e protetto fino a quando non troverà una nuova casa.

“È un po ‘spaventato dalle persone. Non lo si può biasimare per questo”.

Kathryn Lippert, la giovane donna che lo ha accolto in casa, in attesa di un’adozione, ha spiegato come all’inizio il cane non voleva essere toccato. Addirittura il cane rifiutava i bocconcini. Ci vorrà tempo per recuperarlo. Ma Lippert è convinta che riuscirà nell’impresa. Infatti, dopo qualche giorno di fette di tacchino, Valor ha preso a scodinzolare.

I volontari sperano che la storia di questo cane coraggioso, contribuisca a lanciare un messaggio. Quello di non abbandonare i cani e di adottarli.

Leggi anche –> L’eutanasia nei canili in Europa: a quando l’abolizione?

L’impegno di un artista che ha dipinto oltre 5 mila ritratti di cani destinati all’eutanasia.

C.D.