Home News Cane ucciso per aver difeso la sua famiglia: “È stato un eroe”...

Cane ucciso per aver difeso la sua famiglia: “È stato un eroe” – VIDEO

CONDIVIDI

Un cane ucciso dall’assalto di un malintenzionato armato ha permesso ad un uomo e a dei bambini di salvarsi. “È stato un eroe”.

A Romulus, una città situata nello stato americano del Michigan, un uomo ha celebrato il proprio cane domestico. L’animale infatti ha preso le sue difese dopo che un malintenzionato armato si era intrufolato in casa sua, con tutta la famiglia presente. Kyle Brown, questo il nome del proprietario del coraggioso Petey, parla alla stampa statunitense della drammatica vicenda che lo ha riguardato così da vicino. Purtroppo il cane è stato ucciso. Era un esemplare di Pit Bull, non molto grosso.

In compenso l’eroismo e l’amore per la sua famiglia non gli mancavano. Anche se purtroppo lo hanno portato a perdere la vita. Petey, questo il suo nome, aveva soltanto 2 anni. “Poteva essere ancora soltanto un cucciolo, ma nei momenti importanti era proprio ciò di cui questa famiglia aveva bisogno”, dice Kyle. Venerdì scorso, di pomeriggio, un individuo armato stava lasciando la scena di un incidente d’auto.

Cane ucciso, il suo sacrificio ha salvato delle persone

Per non farsi braccare dalle forze dell’ordine che lo stavano cercando, ha allora provato a ripararsi in casa dei Brown. “Non appena ho avuto un contatto visivo con lui, ho subito capito dallo sguardo nei suoi occhi quali fossero i suoi intenti. Sapevo cosa stava facendo”, ha detto Brown. Anche Petey, il cane ucciso, aveva sentito il pericolo e subito si era scagliato contro il sospetto. Il malintenzionato per tutta risposta ha subito estratto una pistola, aprendo il fuoco contro di lui. Petey è stato colpito in faccia, ma ha comunque inseguito il sospettato nel cortile successivo.

La polizia, che stava cercando quel tizio pericoloso, lo ha visto nel mentre saltava una staccionata. E subito ha aperto il fuoco. “Ho sentito diversi colpi di pistola”, afferma il padrone del cane ucciso. gli stava prestando soccorso quando quell’uomo è tornato indietro, verso casa sua. All’interno c’erano il figlio di 10 anni di Kyle e Tommy, un suo amico di 7, che Brown ha provato a fare uscire. Il figlio di Kyle è riuscito a scappare, ma l’altro bambino è rimasto per diverso tempo in casa con quel maniaco. Alla fine tutto è finito bene, anche se non per Petey. “Lui non ce l’ha fatta, è morto per salvare le nostre vite”. Gli esempi di cani eroici che si sacrificano per i propri padroni però non mancano.

A.P.