Home News Cane ucciso, ragazza lo affida al fidanzato: lui l’ammazza e nasconde il...

Cane ucciso, ragazza lo affida al fidanzato: lui l’ammazza e nasconde il corpo

CONDIVIDI
cane ucciso
Un cane ucciso in maniera spietata. Fortemente sospettato il fidanzato della proprietaria

Un giovane è fortemente ritenuto responsabile del caso di un cane ucciso. Era della sua ragazza, che glielo aveva affidato. Il corpo trovato nell’immondizia.

C’è una controversa vicenda che riguarda un cane morto e che giunge dagli Stati Uniti. L’animaletto, uno Shih Tzu bianco e nero che apparteneva ad una donna, era stato affidato da questa ad un giovane di 23 anni, suo fidanzato. Ed ora proprio il giovane deve rispondere delle accuse di maltrattamento, crudeltà ed uccisione di animale, dopo che i resti del quattrozampe sono stati ritrovati poco lontani da casa sua, in avanzato stato di decomposizione. Brando Henriquez, questo il nome del sospettato, aveva avuto il compito dalla sua compagna di badare al cane per appena una mezzora. Al ritorno della donna però il cane, una femmina di nome Lavonia, non c’era più. Era sparita, e Henriquez si era giustificato affermando che era fuggito. Il tutto era accaduto lo scorso 15 luglio.

L’animale è stato cercato in tutto il quartiere da amici, parenti e vicini di casa. Proprio alcuni di essi però hanno scoperto i resti del cane morto proprio all’interno della casa di Brando Henriquez. Erano stati posti dentro ad una busta bianca a pochi isolati dalla casa. Alcuni video di sorveglianza estrapolati dalle telecamere a circuito chiuso hanno mostrato chiaramente Henriquez mentre trasportava il sacco bianco della spazzatura rinvenuto dagli altri e contenente i resti di Lavonia. Il giovane viene anche visto mentre si nasconde dietro a dei bidoni per non farsi vedere da dei passanti. Sulla carcassa del cane morto sono anche state effettuate delle analisi, che hanno portato all’emergere di alcune gravi ferite indotte da percosse.

Cane ucciso, la colpevolezza del sospettato sembra certa

Lavonia nello specifico aveva un trauma da taglio contundente e quattro costole rotte. Il procuratore distrettuale dello stato del Queens ha dichiarato quanto segue. “L’imputato è accusato di crudeltà aggravata verso animali per aver ucciso brutalmente un piccolo cane indifeso. Inoltre ha spietatamente offerto false speranze alla sua fidanzata e alla sua famiglia facendoli pensare che il cane fosse appena scappato”. Se ritenuto colpevole, come sembra dato che tutte le prove lo inchiodano, Henriquez potrebbe passare i prossimi due anni in prigione. Un altro episodio di violenza contro un cane indifeso ha visto gli sviluppi di un controverso caso risalente a qualche mese fa.

A.P.