Home News Cane ucciso, è stato scuoiato. Ad incastrare l’assassino è il figlio

Cane ucciso, è stato scuoiato. Ad incastrare l’assassino è il figlio

CONDIVIDI
cane ucciso
Un fotogramma del video incriminato che ritrae il cane ucciso

Un uomo è accusato della morte dell’animale domestico. Il cane ucciso è stato ripreso da suo figlio, che ha agito così per incastrare il genitore.

A Warren, una località situata nell’Ohio, nella parte nord-orientale degli Stati Uniti, un uomo è stato arrestato sabato pomeriggio in seguito a diversi capi di accusa che gli sono stati imputati. Tra questi spicca quello di maltrattamento ed uccisione nei confronti di animali, rafforzata dalla presenza di un video diventato virale su diversi social network da alcuni giorni.

Della vicenda ha parlato anche Fox News, con l’emittente che riferisce di come il sospetto resti per ora senza nome. L’arresto è scattato dopo che un’altra indagine per violenza e maltrattamento di animali, all’inizio non legata alla sua persona, è confluita poi nella vicenda che vede l’imputato coinvolto. Al momento l’uomo si trova in stato di detenzione nel carcere della Contea di Trumbull.

Dopo che il filmato era diventato di dominio pubblico ed era finito anche nelle mani delle forze dell’ordine, è partita una inchiesta lampo che ha condotto all’arresto del presunto colpevole. Tuttavia le autorità stesse hanno preso la decisione di oscurare il video e di impedirne la ulteriore diffusione. Al caso poi si stanno interessando anche diverse associazioni animaliste, le quali hanno dato mandato ai loro avvocati di costituirsi parte civile nel processo.

Cane ucciso, il figlio del mostro ha ripreso tutto

Vittima della vicenda è un Pit Bull, che è stato scuoiato. Le immagini filmate sono state realizzate dal figlio del presunto colpevole, da quanto si apprende. Il ragazzo era consapevole di cosa il padre e la sua compagna avessero fatto al quattrozampe, e ha voluto a tutti i costi che tutto il mondo venisse a conoscenza di questo orrore. Non si sa ancora se questa tremenda tortura sia stata inflitta al povero cane quando era ancora in vita o se già da morto.

Gli episodi di violenza sugli animali, che vedono come protagonista un povero ed indifeso cane ucciso, non finisce però qui, purtroppo. Qualche giorno fa, sempre negli Stati Uniti, era stata una donna a scatenare tutta la sua furia contro un malcapitato animaletto. La maniaca ha agito in preda agli effetti nefasti dell’alcol. Infatti ha legato l’animaletto ad un furgone e lo ha ucciso tra atroci sofferenze dopo averlo trascinato con se.

A.P.