Home News Cani maltrattati in modo orrendo: costretti a sbranarsi a vicenda per sopravvivere

Cani maltrattati in modo orrendo: costretti a sbranarsi a vicenda per sopravvivere

CONDIVIDI
cani maltrattati
Ben undici cani maltrattati e lasciati a morire di fame, alla fine hanno fatto qualcosa di tremendo per sopravvivere

Cani maltrattati con una crudeltà inaudita, colpa di una donna che allevava quattrozampe. Un episodio orribile l’ha incastrata.

Una vicenda del tutto aberrante, risalente al 2015, ha visto come sfortunati protagonisti dei poveri cani maltrattati senza cuore. Tutto è da attribuire alla negligenza ed alla malvagità di Julie Bernet. Si tratta di una allevatrice canina di 49 anni che enne arrestata per l’appunto nel 2015 con l’accusa di maltrattamento ed abbandono di animali. La cosa venne scoperta grazie ad alcuni vicini che notarono i cani che aveva con se, e che versavano in una situazione disastrosa. I cani della Bernet erano ben undici, tutti dei pastori tedeschi. Vivevano nella sua casa nello stato americano del Kansas. Uno dei cani venne avvistato con la testa di un suo simile in bocca. Questo aveva dato adito alle forze dell’ordine locali per fare irruzione in casa sua. E difatti gli agenti avevano compiuto la macabra scoperta: i quattrozampe versavano in una situazione igienico-sanitaria che peggio non si poteva. Alcuni animali erano morti, altri erano ridotti in fin di vita. In virtù di ciò, la loro proprietaria era prima stata arrestata e poi rimessa in libertà vigilata per tutto questo tempo. Poi però una sentenza del giudice risalente a martedì scorso ha definitivamente sentenziato che la 49enne deve andare in galera.

Cani maltrattati, gli episodi sono all’ordine del giorno

Da quanto si è appreso, l’imputata aveva acquistato tutti quei cani allo scopo di rivenderli. Poi però la sua attività è andata incontro al fallimento ed alla chiusura coatta. E tanto era bastato alla crudele Julie per smettere di prendersi cura dei cani. I quali per sopravvivere e procacciarsi del cibo avevano iniziato a sbranarsi ed a lottare fra di loro. Già prima della scoperta del cane che andava in giro con la testa mozzata c’erano state altre denunce da parte di varie associazioni animaliste. Per fortuna i cani maltrattati che sono riusciti a sopravvivere hanno visto migliorare la loro situazione. Sottoposti alle cure del caso, col tempo si sono ripresi sia fisicamente che psicologicamente. Alla fine tutti loro hanno trovato una nuova casa in cui vivere felici ed essere amati. Ma di situazioni tristi per dei poveri cani ce ne sono altre.

A.P.