Home News Migliaia di cani randagi deportati in Germania, l’appello affinché siano salvati

Migliaia di cani randagi deportati in Germania, l’appello affinché siano salvati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:27
CONDIVIDI

Nonostante non siano cani randagi pericolosi o aggressivi in migliaia vengono spediti in Germania, dove sono in pericolo: l’appello affinché siano salvati.

cani randagi salvati appello
Cani randagi deportati, l’appello affinché siano salvati (Foto Pexels)

Eva Bianchi, dell’associazione Balù di Alghero, ha protestato per richiedere la fine delle deportazioni dei cani randagi della città in Germania, ponendo dei dubbi su quale sia il loro destino una volta giunti nel Paese. In Germania si pratica la vivisezione e la Bianchi teme che gran parte dei cani possono essere importati a questo scopo. Le stesse perplessità le ha Sebastiano Candidda della Lega Nazionale per la difesa del cane che richiede l’intervento di Comuni, ASL e magistrati. Le loro proteste sono fondate?

Cani randagi non pericolosi o aggressivi spediti in Germania, l’appello affinché siano salvati

Cani randagi
Cani randagi (Foto Pixabay)

La ONLUS Quattro zampe rescue Sardinia della città di Sassari collabora con l’associazione tedesca Protier che si occupa dei cani appena aggiunti in Germania. Una dei veterinari dell’associazione italiana ha dichiarato che in Germania i cani hanno una nuova vita mentre invece in Sardegna rimarrebbero nel migliore dei casi in un canile per tutta la vita. Ha contrattaccato dicendo che chi vuole tenerli in Sardegna nei canili ha degli interessi poiché ha diritto a delle sovvenzioni pubbliche.

L’associazione Il giardino di Memole di Alghero ha aggiunto che ciascun cane che viene portato in Germania è già destinato a una precisa famiglia e che, se invece di lanciare accuse infondate, le associazioni che protestano richiederanno i nomi di un paio di cani, loro potranno fornire le foto attuali dei cani. La veterinaria ha raccontato che la Procura ha già indagato, su segnalazione, e che non ha mai trovato nulla di allarmante. I cani partono da diverse città sarde oltre ad Alghero ma arrivano da tutte le regioni d’Italia.

Che vantaggio avrebbero allora le associazioni coinvolte, quelle italiane e quella tedesca? L’associazione italiana ha come unico vantaggio un piccolo contributo in termini di mangimi, vaccinazione e sterilizzazione dei cani mentre quella tedesca con questa piccola spesa dei cani già in buona salute e microchippati che poi i privati adottano per una cifra compresa tra i 300 e i €450, che in Germania è la prassi.

In Germania per adottare un cane bisogna versare una tassa di protezione e questo porta anche alla presenza 0 randagi per strada (ecco perché chi vuole adottare deve rivolgersi ad altri Paesi). Meno randagi per strada vuol dire meno cucciolate incontrollate e di conseguenza nuovi randagi.

Le associazioni contrarie continuano però a nutrire dubbi. Affermano che alcuni dei cani adottabili hanno alcune patologie come la leishmaniosi e quindi si chiedono come sia stato possibile farli viaggiare con delle patologie che di solito non lo permettono e che in Germania non esiste una vera anagrafe canina. 

Potrebbero interessarti anche >>> 

Teresa Franco

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI