Home Foto Carnevale: capuccetto rosso e il suo cane nei panni della nonna

Carnevale: capuccetto rosso e il suo cane nei panni della nonna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:59
CONDIVIDI

Carnevale 2020 svolge al suo termine e tutti quanti ricorderanno l’immagine di quella bambina vestita da cappuccetto rosso con il suo husky

cane carnevale bambini
Agata e Yanuk @Facebook

E’ un topic, una favola, un mito che non tramonta mai. Il Carnevale 2020 non sarà stato solo l’anno del Coronavirus, ma soprattutto quello di una bambina vestita da Capuccetto Rosso e del suo cane husky vestito da nonna. Un costume piuttosto comune che tuttavia non si sa come per quale magia abbia avuto in questa circostanza una risonanza straordinaria in rete.

La piccola Agata di due anni e il suo cane Yanuk hanno decisamente vinto il Carnevale di quest’anno a Cortina d’Ampezzo se l’appuntamento non fosse stato cancellato.

Nonostante sia stato annullato l’evento, la madre di Agata, Jessica Huber ha comunque deciso di mascherare la bambina per il giovedì grasso.

“Ho portato i ‘cuccioli’ in centro perché da noi è tradizione che a carnevale i bimbi vadano nei negozi a farsi dare le caramelle, e le persone hanno fatto mille fotografie. E poi è partito un tam tam mediatico per cui ora è su mille gruppi Facebook e Instagram”, scrive la mamma Jessica Huber.

Bambini, cani e tanto amore

Bambina accarezza un cane

La donna non si sarebbe mai aspettata a così tanta risonanza. Nel caos della rete, c’è chi è stato molto critico tanto che la Huber è stata costretta a giustificarsi.

“Mi è un po’ dispiaciuto quando qualcuno ha pensato che il cane sia stato maltrattato o umiliato: vi assicuro che è una razza giocosa e a cui importa solo di stare con il proprio branco. Strano a dirsi ma per lui il branco siamo noi. E gli occhiali naturalmente erano senza lenti”.

Il costume di Cappuccetto rosso con il cane in versione nonna era un sogno nel cassetto della madre. Quando era incinta lo aveva visto in rete e lo aveva sognato per sua figlia.

Un sentimento meraviglioso di maternità e d’amore che poteva solo essere condiviso e realizzato con un compagno fedele che incarna quel sentimento.

–> Il rapporto e la comunicazione cane-uomo passa solo attraverso l’amore

“Ci avevamo pensato già quando ero incinta, vedendo una foto su Internet. E poi abbiamo avuto la pazienza di aspettare che avesse l’età giusta, che camminasse almeno, perché ora ha due anni e tre mesi, l’anno scorso era troppo piccina”, spiega la donna.

Più che documentare un “maltrattamento del cane”, le immagini condivise dalla Huber mostrano una straordinaria simbiosi tra la bambina e il suo compagno a 4zampe. Un modo di vivere il quotidiano nel quale il cane viene coinvolto veramente in una famiglia.

La piccola Agata e Yanuk

L’ululato

C.D.

Amoreaquattrozampeè stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizieSEGUICI QUI