Home News Cavallo caduto nel canale: cosa si sono inventati per salvarlo

Cavallo caduto nel canale: cosa si sono inventati per salvarlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:19
CONDIVIDI

Un cavallo è caduto nel fiume e i Vigili del Fuoco hanno dovuto attuare un piano davvero complesso per provare a metterlo in salvo.

cavallo caduto canale
L’intervento dei Vigili del Fuoco per salvare un cavallo caduto in un canale (Foto repertorio @Vigili del Fuoco)

Un cavallo è caduto in un canale e per portarlo in salvo è stato necessario, come spesso accade, l’intervento dei Vigili del Fuoco. Secondo la ricostruzione del Corriere.it, due cavalli di un maneggio situato vicino al canale stavano correndo quando hanno sfondato una recinzione.

La recinzione serviva a proteggere i passanti dal rischio di caduta nel vicino canale, nel quale in questo periodo l’acqua è particolarmente gelida.

Cavallo caduto nel canale: cosa si sono inventati i Vigili del Fuoco per salvarlo

cavalli canale
I cavalli hanno sfondato la recinzione che proteggeva il canale (Foto Pixnio)

Il povero cavallo ha dovuto lottare molto per riuscire a rimanere a galla e per contrastare la corrente che lo avrebbe portato via. In questo caso la caduta è stata particolarmente rischiosa poiché lì vicino si trova un impianto idroelettrico e l’animale rischiava di finire contro i meccanismi dello scolmatore lì presente. Il fatto è accaduto a Baia del Re, a Casnigo.

Per portare in salvo il cavallo, i Vigili del fuoco hanno richiesto la chiusura delle paratie e del canale per poter ridurre il livello dell’acqua e la corrente. Successivamente hanno imbragato l’animale e lo hanno portato a riva usando il braccio meccanico di un mezzo agricolo che hanno preso in prestito da un uomo che vive in zona. Il veterinario che ha visitato l’animale ha stabilito che non ha subito danni nonostante fosse infreddolito e stanco.

Potrebbero interessarti anche >>> 

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI