Home Cavalli Cavallo: glossario dei termini nell’equitazione e nell’ippica

Cavallo: glossario dei termini nell’equitazione e nell’ippica

CONDIVIDI

Glossario del cavallo, i termini con i quali vengono definiti i cavalli nel mondo dell’equitazione e dell’ippica.glossario cavalli

Ci sono diversi termini con i quali si definiscono i cavalli nel settore equestre. Terminologie legate alla natura, al sesso, all’età del cavallo ma anche al tipo di doma, al suo utilizzo, alla disciplina e al livello di addestramento nonché termini specifici dell’ippica.

Definizione dei cavalli

Yearling: puledri tra uno o due anni

Puledro/a: cavallo sotto ai 4 anni

Filly: femmina di cavallo sotto i quattro anni

Giumenta: femmina adulta di cavallo

Fattrice: cavalla in età riproduttiva utilizzata per l’allevamento di soggetti di razza

Soda: cavalla che non è gravida

Stallone: maschio adulto di cavallo capace di riprodursi.

Castrone: cavallo castrato di qualsiasi età

Cavalli a sangue caldo: tipico di alcune razze come l’Arabo e il Purosangue.

Cavalli a sangue freddo:  per distinguere le razze pesanti europee discendenti dal cavallo delle foreste

Cavallo da sella: cavallo domato per essere montato

Cavallo da traino: cavallo addestrato per portare un traino

Meticcio: cavallo nato da genitori di razze diverse tra loro.

Mezzosangue: Cavallo nato dall’incrocio tra un Purosangue inglese o un Arabo e un cavallo di una qualsiasi altra razza.

Intavolato: cavallo che riesce a girare bene solo da una parte.

Mancino: cavallo con appiombi anteriori scorretti. Articolazioni dei ginocchi deviano all’interno e i piedi tendono a divaricarsi.

Montonino: Cavallo con testa dal profilo molto convesso.

Scozzonato: cavallo in periodo di addestramento e di apprendistato

Ributato: cavallo che era stato domato e ha rigettato la doma oppure l’ha persa perché non è stato più utilizzato o montato

Destriero: era considerato il grande cavallo da guerra, di andatura lenta, in grado di sostenere il peso del cavaliere con l’armatura. Il destriero riusciva ad impressionare l’avversario rispondendo ai comandi con movimenti coni quali colpire il nemico in battaglia.

Corsiero: cavallo destinato alla corsa (come cavallo da lancia) e per andature sostenute. Aveva una morfologia longilinea. Veniva apprezzato per la sua bellezza.

Palafreno: un cavallo da sella, adatto all’uso quotidiano e ai viaggi. Era un cavallo possente ma non alto, dal carattere docile e mansueto.

Ronzino: anticamente veniva chiamato “ronzino” il cavallo di minor pregio. Un cavallo gregario che in alcuni casi portava anche le some. Di carattere lento e tranquillo.

Manso: termine maremmano con il quale viene definito un cavallo tranquillo e affidabile

Mulo: la femmina dell’asino accoppiata con un cavallo maschio.

Bardotto: ibrido, generalmente infecondo, che nasce dall’accoppiamento tra un cavallo con una femmina di asino domestico.

Leggi anche–>

Razze equine: come distinguerle, morfologia e manto

Come si differenziano i colori del mantello dei cavalli

Mulo, bardotto, asino e somaro: le differenze e come riconoscerli

Glossario dei cavalli nell’ippica

A.C.P.S. cavallo da corsa che non è un purosangue. Potrebbe essere un anglo-arabo, un cavallo da sella francese o un trottatore francese. Gli A.C.P.S concorrono agli ostacoli.

Brio: cavallo vivace che ha molta energia, ama galoppare in testa

Crack:  cavallo d’eccezione con un livello superiore ai suoi concorrenti.

Fit: nella corsa, l’allenatore può dichiarare il suo cavallo “fit” quando è in forma.

Flyer: cavallo che ama le brevi distanze (da 1 000 a 1 300 m).

Foal: Puledro o puledra nata durante l’anno.

Hurdler: cavallo da corsa ad ostacoli

Imballatore: cavallo calmo, che non ha paura ed è molto obbediente

Jumper: cavallo addestrato per il salto ad ostacoli

Leader: cavallo che imprime un ritmo alla corsa a vantaggio di un altro cavallo della sua stessa scuderia

Outsider: cavallo che ha poche chance di vincere

Sprinter: cavallo da galoppo che apprezza le distanze molto corte (1 000 m) e la cui velocità pura è l’attitudine dominante.

Stayer: cavallo di galoppo con propensione per le lunghe distanze (più di 2 000 m).

Steeple-Chaser: cavallo, purosangue o A.C.P.S specialista della disciplina

Accoppiamenti cavalli

Outbreeding: accoppiamento di cavalli della stessa razza ma che non hanno la stessa linea di discendenza.

Outcrossing: quando si cerca di migliorare il sangue di una razza incrociandola con riproduttori di razze diverse. (l’eccellenza viene raggiunta con l’arabo o il purosangue inglese).

Line breeding: Accoppiamento tra riproduttori della stessa razza con uno o più antenati in comune, ma separati da diverse generazioni.

lnbreedlng: Accoppiamento tra riproduttori legati da rapporti di stretta consanguineità come genitori e figli o fratelli.

Leggi anche–>

Purosangue arabo: un cavallo, una leggenda
 I 3 cavalli che hanno fatto la storia degli ippodromi

Come si differenziano i colori del mantello dei cavalli

Laghat: la leggenda del cavallo disabile, campione degli ippodromi

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI