Home Cavalli Come il cavallo mostra il suo affetto: riconosce il cavaliere

Come il cavallo mostra il suo affetto: riconosce il cavaliere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:43
CONDIVIDI

Come mostra affetto un cavallo e se riconosce il padrone

cavallo mostra affetto

L’affetto di un cavallo non è certo paragonabile a quello di un cane o di un qualsiasi altro animale domestico di dimensioni più contenute e che vivono in casa o in giardino.

La comunicazione del cavallo è meno nota rispetto al linguaggio del cane e meno diffusa. Tuttavia, al pari degli altri animali, anche il cavallo si lega alle persone, prova sentimenti, emozioni e sa dimostrare il suo affetto.

Cavallo riconosce il cavaliere

Il cavallo non è certo al pari del cane nel dimostrare i suoi sentimenti. Non muove la coda, non abbaia e per fortuna, vista la stazza, non salta sul padrone o la persona amata per fargli le feste.

Il cavallo impara a riconoscere la persona che si prende cura di lui. Riconosce il cavaliere attraverso la sua voce, il suo odore e visivamente. In generale, individua il padrone/proprietario dopo due o tre incontri.
Il legame d’affetto si crea in base al tempo dedicato all’animale, alle esperienze condivise e se il cavallo viene trattato bene.
Questo farà si che l’animale desidererà stare insieme alla persona, per condividere momenti, nuove esperienze e sentirsi coccolato.

Conquistare la fiducia di un cavallo

Conquistare la fiducia di un cavallo è un percorso più lungo e laborioso rispetto al stabilire un legame con il cane.

Il cavallo è un animale da branco che scegli i membri del suo branco. Crea simpatie e antipatie, ha compagni di gioco e viene inserito all’interno di una gerarchia nel branco.

E’ un animale socievole che familiarizza anche con altre specie e può arrivare a preferire il rapporto con l’uomo rispetto a quello con altri cavalli.

La fiducia di un cavallo si crea con il tempo e la pazienza.

  • stabilire un rapporto paritario senza dominazione ma neanche essere troppo permissivi
  • evitare di trattare il cavallo come antagonista
  • prendersi cura di lui con la pulizia. La strigliata sulla criniera e sul garrese è un gesto che lui stesso effettua con il grooming nei riguardi di amici. La tolettatura è infatti un segno che indica l’appartenenza al branco e di amicizia
  • condividere esperienze con il cavallo
  • condividere lo sport, rispettandolo e senza forzarlo
  • dedicargli del tempo
  • approcciarlo con calma e toccarlo con gentilezza

Come mostra affetto un cavallo

Il cavallo comunica con il corpo. Ha una grande empatia, sensibilità ed è molto intelligente. Coglie ogni minimo stato d’animo, nervosismo o gioia nella persona.

Oltre ai nitriti, il cavallo si esprime attraverso le sue posture, movimenti ed espressioni facciali.

Per capire se il cavallo prova affetto ci sono alcuni elementi da osservare.

Distinzione tra affetto e interesse

Il cavallo arriva anche a chiamare la persona. Spesso in prossimità dell’ora del mangiare, tende a nitrire. Oppure, se vede il cavaliere con delle carote o un bel secchio di fioccato, gira la testa, mostra attenzione e può nitrire.
In questi casi, l’affetto percepito dal cavaliere potrebbe essere frainteso e potrebbe trattarsi di pura tolleranza dell’animale che in realtà è interessato al mangiare.

Le orecchie

Con le orecchie il cavallo comunica molti segnali. I movimenti e la posizione delle orecchie sono fondamentali nel suo linguaggio.

Orecchie rilassate:  si sente a suo agio in compagnia della persona

Orecchie leggermente indietro quando viene cavalcato:  è concentrato e presta molta attenzione al suo cavaliere

Orecchie appiattite e all’indietro: il cavallo può diventare aggressivo o avere atteggiamenti improvvisi

Orecchie che pendono da entrambi i lati della testa: è stanco o annoiato

Orecchie dritte e in avanti:  è attento all’ambiente circostante e può reagire a stimoli esterni.

Posizione della testa

La posizione della testa e del collo sono altri elementi da considerare.
Se la testa e il collo sono tenuti bassi, in presenza del cavaliere, significa che ama la presenza del cavaliere e che vuole stare in sua compagnia.

Testa e  collo dritti quando vede il cavaliere: un altro segnale positivo in quanto mostra eccitazione alla presenza del cavaliere.

Movimenti della coda

Anche la coda può fornire indicazioni sullo stato emotivo del cavallo e sulle percezioni dell’ambiente.

Coda tra le gambe: esprime paura o sottomissione ad un altro individuo.

Coda sollevata: è felice o eccitato

L’affetto del cavallo

Se il cavallo ha la coda alzata, le sue labbra pendono leggermente e ha le orecchie all’indietro significa che apprezza la compagnia della persona.

  • Per capire le dimostrazioni del cavallo è necessario porsi in maniera passiva e attendere che sia l’animale ad avvicinarsi.
  • Se soffia leggermente con le narici cerca amicizia
  • Come tra i suoi simili, si strofina con il muso e tende a mordicchiare, ma ciò potrebbe essere pericoloso nel rapporto con l’uomo.
  • Cercherà il contatto con le labbra, con la testa o il muso
  • Arriverà  anche ad appoggiare il suo muso sulla spalla dell’uomo

Un comportamento con il quale esprime tutta la sua fiducia e si abbandona alla presenza del suo amico umano, al quale vuole stare vicino. Ma non solo. Se il legame è solido, il cavallo darà il cuore anche nell’agonismo e nello sport in cui sarà coinvolto con il suo cavaliere.

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.