Home News Chery, la gatta con una zampa rotta che chiede cibo per i...

Chery, la gatta con una zampa rotta che chiede cibo per i suoi piccoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:24
CONDIVIDI

Chery è una gattina che chiedeva a un uomo del cibo per i suoi gattini. Aveva una zampetta rotta, ma per fortuna tutto si è risolto per il meglio. 

Chery la gattina (screenshot YouTube)
Chery la gattina (screenshot YouTube)

La storia di cui vi parleremo oggi ha come protagonista una gattina abbandonata che cercava cibo per i suoi cuccioli. Chery, il nome della protagonista che significa tesoro, aveva trovato riparo nel giardino di un uomo.

Ogni giorno la gattina chiedeva del cibo al proprietario di casa, e questi, un’amante degli animali, glielo dava senza farsi alcun tipo di problema ma l’atteggiamento del felino fece riflettere l’uomo.

Nel momento in cui Chery riceveva il cibo correva via. Questo strano comportamento portò l’uomo a riflettere e a indagare. “Per quale motivo fugge se è lei a chiedermi aiuto?”, si chiese il proprietario della casa.

Così un giorno, nel momento in cui la gattina è fuggita, l’uomo decide di seguirla. Il suo rifugio era all’interno di un cespuglio del giardino dell’abitazione dell’uomo e la scoperta lo ha sorpreso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Sammi, la gallina che fa la damigella d’onore al matrimonio del suo papà umano

Chery, la gatta con una zampa rotta che chiede cibo per i suoi piccoli

Gattini (Foto Facebook)

L’uomo non credeva ai suoi occhi. Il cespuglio non era il rifugio della sola Chery, gatto di razza american short hair, ma anche dei suoi cuccioli. Davanti a quella scoperta il signore decise di chiedere l’intervento di qualcuno che potesse aiutare realmente i nostri amici a quattro zampe.

Così contattò un ente locale e, immediatamente i volontari si sono recati sul posto. I gattini stavano bene, ma la mamma aveva una zampetta rotta che andava curata.

La sua zampetta rotta doveva essere curata in qualche modo, ma il problema riguardava una frattura del femore avvenuta tempo addietro. Le scelte a quel punto per il veterinario furono due: o procedere tramite amputazione o lasciare così come la si era trovata.

Ritenendo la prima esagerata, il dottore optò per la seconda e così mamma gatta rimase nel rifugio per altre 3 settimane. Trascorse queste settimane, i nostri amici a quattro zampe vennero adottati e per loro iniziò una nuova vita.