Home News Chivasso, ragazza azzannata dal suo cane: lo stava salvando da un Pitbull

Chivasso, ragazza azzannata dal suo cane: lo stava salvando da un Pitbull

CONDIVIDI

ragazza azzanata

Brutta disavventura per una ragazza azzannata dal cane di sua proprietà, un meticcio, che la stessa aveva provato a mettere in salvo dalla furia di un Pitbull. La giovane, di 32 anni di età, stava passeggiando nel pomeriggio di giovedì scorso con il suo quattrozampe come molte altre volte, quando all’improvviso si è imbattuta in un altro animale, un Pitbull per l’appunto. Quest’ultimo era libero e senza il controllo di nessuno, ma riportava un collare, segno che era stato lasciato apposta in totale libertà di vagare per le strade di una zona periferica di Chivasso. Il Pitbull ha ringhiato contro il meticcio e stava per scagliarsi contro di esso, quando la 32enne ha preso in braccio il suo animale ma è stata aggredita dallo stesso, evidentemente spaventato ed innervosito da quanto stava accadendo.

Ha quindi rimediato una ferita ad un braccio tale da richiedere il ricovero in ospedale, ma le sue condizioni non sono gravi. La polizia municipale ha subito aperto una veloce indagine che ha portato ben presto all’individuazione del proprietario del Pitbull. L’uomo ha ricevuto una multa con l’accusa di malgoverno di animale. Il suo cane era regolarmente detenuto e provvisto di microchip e di adeguata documentazione, ma il fatto di essere lasciato libero di girovagare senza controllo e senza museruola ha comportato una multa a suo carico. Il caso è stato anche segnalato alla Asl locale.

Ragazza azzannata per difendere il suo cane, un altro fatto simile si era verificato pochi giorni fa

Un altro fatto dalla dinamica praticamente simile si era verificato nel piccolo comune lombardo di Lipomo, in provincia di Como. Anche qui una persona aveva provato a difendere il proprio animaletto dalla furia cieca ed improvvisa di due Pitbull. C’è stata anche una colluttazione tra gli animali aggressori e l’individuo, un anziano, il quale ha rimediato la frattura ad una mano. Ma sorprende pure in questo caso il comportamento improvvido di una persona: si tratta del proprietario dei due Pitbull, che ugualmente a quanto avvenuto nell’evento riportato poco sopra, aveva lasciato liberi i suoi cani di girovagare liberamente in paese senza prendere alcuna precauzione per tutelare l’incolumità della gente e degli stessi animali.