Home News Cibo per cani contaminato, può provocare una grave patologia cardiaca grave

Cibo per cani contaminato, può provocare una grave patologia cardiaca grave

CONDIVIDI
cibo per cani
Cibo per cani sotto accusa in USA: alcune partite causerebbero una grave patologia cardiaca

Il Dipartimento per il controllo degli alimenti statunitense lancia l’allarme: c’è del cibo per cani contaminato che causerebbe una grave disfunzione cardiaca.

Negli Stati Uniti è allarme per una partita di cibo per cani contaminata. La Food and Drug Administration, organismo preposto al controllo della qualità del cibo messo in commercio, ha sancito ufficialmente che c’è un nesso tra alcuni alimenti per quattrozampe a base di patate e di piselli, lenticchie ed altri legumi con alcuni casi di grave condizione cardiaca in questi animali. La FDA ha operato con la sua rete investigativa. E ha disposto alla propria area predisposta all’area veterinaria di mettere tutti in allerta.

Questa patologia, che non va affatto sottovalutata, si chiama cardiomiopatia dilatativa (DCM). Può provocare insufficienza cardiaca congestizia fatale nei cani. La FDA sostiene, in base alle prove raccolte, che il cibo per cani in questione ha causato tale condizione, definendo il tutto “un “potenziale collegamento”. Nessun marchio specifico di alimenti per animali domestici è stato indicato.

Cibo per cani contaminato, le razze a rischio

Tuttavia, l’agenzia sollecita i veterinari ed i proprietari di animali domestici a segnalare casi di DCM che si possano verificare in razze normalmente non sensibili a questa condizione. In particolare si tratta di razze canine più grandi. Nello specifico Danesi, Terranova, Wolfhound irlandesi, San Bernardo e Dobermann. Sono loro in genere ad essere più a rischio, anche se recentemente la FDA ha rintracciato gli episodi della malattia anche in altre varianti canine, tra cui i Labrador retriever, un Whippet, uno Shih tzu, un Bulldog ed uno Schnauzer in miniatura.

Già all’inizio del 2017 si era verificata una emergenza simile. In tal caso però era stato fatto il nome di una specifica marca di alimenti per quattrozampe. Si trattava dei prodotti ‘Huk of Beef’ dell’azienda ‘Evanger’s Dog’. La società fu costretta a ritirare in tutta fretta dal mercato numerosi lotti di cibo. Tutti erano contaminati da un potente barbiturico potenzialmente letale per i cani. E diversi erano stati gli stati da est ad ovest interessati da questa spiacevole situazione. Tra le quali California e Florida.

A.P.