Home News Cicciolina smentisce di aver fatto sesso con un cavallo: “Sono sempre stata...

Cicciolina smentisce di aver fatto sesso con un cavallo: “Sono sempre stata un’animalista”

CONDIVIDI

Ilona Staller, in arte, Cicciolina, ha inaugurato la prima puntata di CCN, “late night show”, in onda in seconda serata su Comedy Central, con un’intervista assieme al conduttore Saverio Raimondo. Tra le domande più scottanti, non poteva mancare quella sulla scena hard con un cavallo, una vicenda per la quale la stessa pornodiva, dopo aver smentito più volte di aver fatto sesso con un cavallo, ha intentato una causa contro Google con la quale ha chiesto la rimozione del “suggerimento” del noto motore di ricerca che associa “Cicciolina” alla parola “cavallo”.

Come riporta il fattoquotidiano, nel mese di gennaio 2017, la Staller ha chiesto a Google non solo la rimozione completa di tutti i link equivoci sulla scena del cavallo, che siano testi, video o immagini e un risarcimento danni per 70 milioni di dollari, più altri nove per le spese legali.

Cicciolina è tornata sull’argomento nell’ambito del programma durante il quale non solo ha ribadito il fatto di “non aver mai fatto sesso con un cavallo” ma spiega anche come sia nata la leggenda: “Io non ho mai fatto sesso col cavallo, ma si può? Il cavallo ha delle dimensioni troppo grandi perché possa penetrare una donna”, sottolinea la Staller, ricordando che durante il suo primo cast nella pellicola “Cicciolina Number One”, del 1986, diretto da Riccardo Schicchi, era assieme ad un’altra pornostar, Denise Dior che sarebbe stata la vera protagonista con il cavallo in questione.

“E’ Denise Dior che ho visto moinare col cavallo. Il resto però non l’ho visto per via delle dimensioni del cavallo”, ammette la Staller, rievocando il set del film durante il quale ha assistito con altri colleghi alla scena tra la Dior e un cavallo nero che si chiamava Principe.

“Nella pellicola io sto su un calesse e lì vicino si materializza una ragazza che finge di scambiarsi affettuosità indicibili con uno stallone in carne, nitrito, sesso smisurato e ossa… È bastato questo scambio di identità per condannarmi alla dannazione virtuale eterna”, ammette la star, ricordando di essere sempre stata una pacifista e un’animalista condanna a tutti gli effetti i rapporti con gli animali.

Detesto la zoofilia. Tutto quello che è accaduto dopo è uno schifo. Un abominio. Mi sono salvata solo grazie alla mia tempra forte”, sottolinea oggi Cicciolina che tuttavia, tuttavia, solo a distanza di diversi anni dall’uscita del film, raccontò come andarono veramente i fatti e che il rapporto fu simulato proprio a causa delle dimensioni e delle difficoltà che ne erano scaturite.