Home News Clonare animali sta diventando un pericoloso capriccio da star

Clonare animali sta diventando un pericoloso capriccio da star

CONDIVIDI
clonare animali
Clonare animali, un qualcosa di pericoloso che rischia di diventare una moda

Clonare animali: una pratica che sta prendendo sempre più piede tra le celebrità, ma che implica grossi dubbi.

La pratica di Clonare animali è una cosa che ormai la scienza rende possibile. E c’è chi sceglie di percorrere questa strada per riuscire a superare un lutto. La separazione dal nostro amato quattrozampe può essere davvero molto ardua da accettare e qualcuno non ci riesce Al punto che, per l’appunto, si sceglie di farlo ‘duplicare’. L’ultima ad agire così tra i volti noti è stata Barbra Streisand, che un anno fa diede l’addio alla sua cagnolina Samantha. La notissima star ha reso noto di aver fatto sottoporre a procedura di clonazione l’animaletto e da qui sono nate le piccole Miss Violet e Miss Scarlet. La nascita è avvenuta prelevando delle cellule dallo stomaco e dalla bocca di Samantha.

Ma qui si sollevano parecchi dubbi di carattere etico. Clonare animali secondo molti è una pratica sbagliata e da evitare, perché contro natura ed ai limiti dell’aberrazione. “Non è questo il modo di rispettarne la memoria” è il grido dei detrattori. Si tratta di un procedimento molto costoso, e proprio per questo spesso sono le celebrità dello spettacolo o dello sport ad attuarlo. I prezzi previsti sono di decine di migliaia di euro. Quel che questa gente non capisce è che l’essere che verrà fuori non sarà il cane originario. I geni saranno quelli, ma parliamo pur sempre di un soggetto differente.

Clonare animali, una pratica sbagliatissima

In più intercorrono altri fattori nel clonare animali, che fanno parte più propriamente della disciplina epigenetica. Ad esempio l’ambiente dove si forma l’essere assume una grande importanza per diversi aspetti, nel caso delle persone. Cultura, lingua, comportamenti, abitudini influenzano i bambini nei loro primi mesi di vita. Poi interviene ben presto lo stile di vita, che è diverso di paese in paese. Più o meno vale lo stesso anche per gli animali. Ed è per questo che la signora Streisand non si ritroverà con il riavere due perfette copie della sua amata Samantha, se non esclusivamente dal punto di vista esteriore. Il primo cane clonato al mondo era stato Snuppy, che morì nel 2015.

A.P.