Home News Collare elettrico, denunciato un giovane che ‘addestrava’ il suo cane

Collare elettrico, denunciato un giovane che ‘addestrava’ il suo cane

CONDIVIDI
collari vietati
Cane con collare elettrico

L’odiosa ed incivile pratica del collare elettrico continua ad essere diffusa. L’ultimo caso arriva dalla provincia di Padova. Il proprietario di un cane è stato scoperto e denunciato.

A Piazzola sul Brenta, località veneta situata in provincia di Padova e non lontano da Cittadella, è venuto alla luce l’ennesimo caso di maltrattamento di animali del quale tocca purtroppo parlare. Protagonista in negativo è un giovane, il quale aveva l’intenzione di addestrare il proprio cane.

Purtroppo nel farlo non ha esitato ad adottare metodi decisamente discutibili e che hanno inflitto al povero animale grandi sofferenze fisiche. Il suo proprietario adottava infatti un dispositivo modificato appositamente per far partire delle scariche elettriche.

Si trattava di un guinzaglio con collare elettrico, modificato ad hoc e che, una volta collegato direttamente al collo dello sfortunato cane, faceva partire dei dolorosi impulsi elettrici. Il giovane è un moldavo regolarmente dotato di permesso di soggiorno in Italia. Ha 27 anni e, seppure risulti domiciliato a Villafranca, abita a Piazzola sul Brenta.

Collare elettrico, una pratica che stenta a sparire

A lui si è arrivati grazie a delle segnalazioni inoltrate dai alcuni vicini di casa. I quali avevano notato come l’uomo dell’Est Europa avesse adottato delle pratiche discutibili per addestrare il proprio cane. Ma mercoledì mattina per fortuna è finito tutto. I carabinieri, una volta preso atto del fatto, sono andati a trovarlo

in casa, riscontrando come tutto ciò corrispondesse con la realtà. Ed ora per il proprietario del cane è stato inoltrato un provvedimento di denuncia per maltrattamento di animali.

A nulla sono valse le giustificazioni del ragazzo, il quale credeva di stare agendo nella legalità senza fare nulla di male. Ma questo lascia capire anche quanto sia sbagliata in certe persone la percezione dell’importanza della vita di cani e di animali in genere. Esistenze evidentemente ed a torto ritenute inferiori.

Molte volte agire in maniera così irresponsabile sui malcapitati cani causa loro non solo notevoli dolori dal punto di vista fisico. Tutto ciò è in grado infatti di generare anche dei contraccolpi per quanto riguarda l’aspetto emotivo. Non di rado infatti animali ai quali viene imposto il collare elettrico spesso presentano dei traumi anche gravi.

A.P.