Home News Come sopravvivere all’incontro con un orso: tutte le strategie vincenti

Come sopravvivere all’incontro con un orso: tutte le strategie vincenti

Sembra impossibile ma capita spesso di imbattersi in un orso passeggiando in montagna quindi vediamo come sopravvivere all’incontro con un orso.

Con la primavera già inoltrata e l’estate alle porte, ritornano le passeggiate in montagna, un ottimo modo per stare in contatto con la natura e con gli animali e per respirare un’aria più salubre di quella cittadina. Inoltre l’Italia è ricca di parchi naturali e riserve che è sempre bello visitare. In natura però è possibile incontrare alcuni orsi.

Fortunatamente, la maggior parte di questi incontri sarà senza incidenti. In quasi tutti i casi, l’orso gira la coda e corre via. Prendiamo ad esempio il parco nazionale di Yellowstone, negli USA, un habitat perfetto per gli orsi grizzly e quindi con delle statistiche nutrite. Nei suoi 145 anni di storia, con oltre 120 milioni di visitatori, solo otto persone sono state uccise dagli orsi. È molto più probabile che in natura si muoia quindi per una puntura di zecca o per una puntura d’ape. Eppure prevale la nostra paura per i predatori più grandi e anche i film lo dimostrano (non so voi ma io non ricordo un film sulle punture di zecche mentre “Lo Squalo” è un film nella memoria di tutti noi).

Se le statistiche non possono alleviare la nostra paura primordiale, forse la conoscenza può. Nonostante è difficile che un orso attacchi un umano, vediamo cosa fare se questo capita.

Se entri in contatto con un orso, è importante sapere con chi hai a che fare. Esistono tre specie principali: l‘orso nero, l’orso bruno e l’orso polare. A meno che tu non stia camminando sopra il circolo polare artico, probabilmente non incontrerai solo uno dei primi due. Con un peso che varia dai 90,7 ai 226,8 circa Kg, gli orsi “neri” possono avere manti bianchi, biondi, cannella, cioccolato o nero. La buona notizia? Molti sono in gran parte vegetariani.

Gli orsi bruni sono divisi in due categorie: orsi bruni e grizzlies. I grizzlies sono più piccoli degli orsi bruni, pesano dai 90,7 ai 317,515 kg, mentre l’orso bruno può facilmente pesare oltre 453,59 kg. Sebbene abbiano la stessa varietà di colori degli orsi neri, i grizzlies e gli orsi bruni si distinguono facilmente dagli orsi neri per le loro dimensioni maggiori, la grande gobba sulle spalle e la testa massiccia. Se rimarrete in Italia, gli unici orsi che rischiate di incontrare sono gli orsi bruni, marsicani o alpini, che sono onnivori.

Come sopravvivere all’incontro con un orso: tutte le strategie vincenti

Orso
Orso (Foto Pixabay)

Per sopravvivere all’incontro con un orso fai attenzione

Il modo migliore per gestire un incontro con gli orsi è non averne mai uno, quindi l’ideale è non inoltrasi nella macchia.

Gli orsi usano però regolarmente anche sentieri escursionistici (ricordiamoci che non sanno leggere i cartelli). L’ultima cosa che vuoi fare è spaventare un orso. Ecco cinque modi per evitare di farlo, basati su racconti di sopravvissuti.

  • Lascia i tuoi preziosi auricolari in macchina e fai attenzione a ogni suono e movimento.
  • Fai rumore (una soglia tollerabile, non servono le urla da folla di un concerto rock). Sfortunatamente, fare un’escursione tranquilla ti mette in pericolo. Se però ci sono cartelli che ti invitano a fare silenzio per non traumatizzare la fauna locale, segui i cartelli. Chiama e batti frequentemente le mani. Canta ad alta voce.
  • Fai attenzione agli angoli ciechi e ai flussi d’acqua rumorosi in cui un orso potrebbe non vederti o sentirti.
  • Fai un’escursione in gruppi di almeno tre persone (mantenendo la distanza di un metro in questo periodo).
  • Portare spray per orsi! Soprattutto trasportare spray per orsi!

Se fai tutto bene e ti imbatti ancora in un orso …

  • Non cercare di avvicinarti per scattare una foto!
  • Non correre. Ti stai comportando come una preda.
  • Estrai lentamente lo spray per gli orsi e rimuovi il blocco di sicurezza.
  • Se è un orso nero, alzati in piedi e fai molto rumore.
  • Se è un grizzly, resta fermo e calmo. Posiziona correttamente lo spray per gli orsi in mano.
  • Parla con una voce pacata e cammina molto lentamente all’indietro.
  • Un grizzly agitato può far scoppiare le mascelle e battere il terreno con le zampe. Può anche lanciarsi verso di te con una carica bluff. Non usare lo spray al pepe a meno che l’orso non sia a meno di 7,6 m.
  • Se l’orso si carica, punta l’ugello dello spray appena sopra la testa dell’orso e fai un’esplosione sostenuta.

Pensi di poterti proteggere con una pistola? Dimenticalo

In una società che ancora vede la caccia come un segno di virilità il mito più comune è che puoi proteggerti da un orso con una pistola. Dimenticalo.

Secondo una ricerca dell’US Fish and Wildlife Service, di coloro che si sono difesi contro un attacco di un orso con un’arma, il 50% ha riportato ferite gravi – rispetto alle pochissime lesioni subite da coloro che si difendono con uno spray per orsi. In due studi pubblicati nel 2008 e nel 2012 dai ricercatori di orsi Tom Smith, professore alla BYU, e Stephen Herrero, professore emerito all’Università di Calgary e autore di “Bear Attacks: Their Cause and Avoidance”, la profonda efficacia dell’orso spray contro le armi è stata dimostrato oltre ogni dubbio.

Quindi se sei un cittadino evita di comprare una pistola appositamente: oltre che illegale è anche inutile, oltre che eticamente discutibile, se sei un cacciatore magari approfitta dei nostri articoli per conoscere meglio gli animali e rispettarli, cambiando hobby. Vediamo perché lo stesso discorso vale anche per una pistola a pallini.

Trasportare spray per orsi

Negli ultimi 20 anni non è cambiato nulla“, ha detto Herrero al New York Times. “Lo spray per orsi è il deterrente più efficace negli incontri con gli orsi.” Herrero, 76 anni, spiega che quando una bestia da 300 e più kg ti sta caricando a 40 km, un proiettile è molto piccolo e può facilmente perdersi o colpire di striscio piuttosto che spaventare un orso o sedarlo. D’altra parte, lo spray ha una diffusione di 6 km a una distanza di 7,6 km. (Fai pratica con lo spray prima di andare nel paese degli orsi.)

Lo spray per orsi non sostituisce il buon senso e la prudenza – guardarsi intorno, fare rumore, evitare cespugli densi e macchie di bacche – ma deve stare con te, sempre sulla cintura, non all’interno del borsello o dello zaino, ogni volta che stai camminando dentro l’habitat degli orsi”.

Ora esci pure e fai una tranquilla passeggiata in montagna.

Potrebbe interessarti anche:

T. F.

Fonte: New York Times