Home News Consumo di carne di cane nei riti di passaggio per gli adolescenti...

Consumo di carne di cane nei riti di passaggio per gli adolescenti in Togo

CONDIVIDI
consumo carne di cane
Festival carne di cane in Togo

Consumo di carne di cane anche in Togo per rituali d’iniziazione

Un paese nella Corno d’Oro dell’Africa, noto anche per la magia nera vudu. Luoghi in cui permangono tradizioni ancestrali, contrastanti in epoca contemporanea.

Non solo in Asia, esiste il consumo di carne di cane. Le organizzazioni animaliste che si battono da anni per vietare il consumo alimentare della carne di cane in tutto il mondo, hanno acceso i riflettori sul festival Evala che si svolge ogni anno, nel mese di luglio in Togo.

La FightDogMeat a ridosso di una delle stagioni peggiori per i cani, ha voluto ricordare questa macabra ricorrenza. Nel periodo estivo, ci sono diversi appuntamenti nei quali si consuma la carne di cane. Tra i quali l’ormai funesto Festival di Yulin in Cina e il Bok Nal in Corea del Sud.

Leggi anche –> I festival e le ricorrenze di massacri di animali compiuti in tutto il mondo 

Consumo carne di cane

L’Evala è un festival che si svolge in Togo, nel mese di luglio, durante il quale gli adolescenti, svolgono un rituale iniziatico per diventare adulti.

Nell’arco di due settimane, i giovani si devono affrontare tra di loro, consumando carne di cane.

Infatti, in base alla tradizione, il consumo di carne di cane garantirebbe la vittoria agli adolescenti. Da un punto di vista simbolico, la carne di cane donerebbe poteri straordinari e gli attributi di lealtà, coraggio, resistenza, astuzia, fedeltà e intelligenza, tutte qualità necessarie per essere in grado di battere gli avversari nei combattimenti.

Tuttavia, denunciano le organizzazioni, durante il festival Evala, vi è una quantità impressionante di consumo di carne di cani, uccisi brutalmente.
Si tratta di un rito iniziatico che dura tre anni. I giovani adolescenti che rifiutano di partecipare alla cerimonia, rischiano di essere cacciati dalla famiglia e dalla stessa comunità.

Al di là del consumo di carne di cane, le organizzazioni hanno ricordato che si tratta di un rischio per la salute pubblica. Infatti, in Africa, la rabbia non è stata sradicata e gli esemplari utilizzati per la festa dell’Evala o per i rituali vudù non sono di certo controllati. Nel paese, è diffusa la magia nera vudù per la quale vengono sacrificati migliaia di animali di ogni specie. Il sacrificio degli animali o il loro consumo sarebbe quindi legato a leggi sovrannaturali.

Le organizzazioni hanno pertanto chiesto al governo del Togo a vietare il consumo di carne di cane e di gatto.  Invitando al contempo le autorità a promuovere l’evento da un punto di vista sportivo e atletico, svincolandolo da tradizione antiche e barbare.

C.D.

Per firmare la petizione clicca Africa: Evala Dog Eating Festival: Stop Dog Meat Abuse