Home News Angeli dei 4 Zampe Crudeltà animali: cane picchiato con un cacciavite e bruciato da teppisti

Crudeltà animali: cane picchiato con un cacciavite e bruciato da teppisti

CONDIVIDI
Crudetà animali
Bruce il cane seviziato

Picchiato e bruciato, trovato vagante per strada

Se l’inferno esiste, di sicuro Bruce lo deve aver vissuto. L’esemplare è stato trovato in gravi condizioni, vagante per strada nel quartiere di Little Orton, alla periferia di Carlisle, nella contea di Cumbria in Inghilterra.

Il povero meticcio, un incrocio con un pit bull, era pelle ed ossa e molto probabilmente era stato il bersaglio di un gruppo di teppisti.

Era stato picchiato con un cacciavite o un pezzo di legno con un chiodo. Qualcuno aveva cercato anche di bruciarlo. Presentava un foro in testa e aveva un occhio che fuorisciva dall’orbita.

Un cittadino lo ha recuperato, portandolo presso una clinica veterinaria che si è messa in contatto con la società britannica di protezione animali, la RCPCA che lo ha preso in cura.

Il povero Bruce è sopravvissuto miracolosamente e graze alle cure e all’attenzione dei volontari è riuscito a superare la fase più critica.

Un responsabile della RSPCA, Rob Melloy, era scioccato, spiegando di non aver mai visto un animale ridotto in quelle condizioni in tutta la sua carriera.

Violenza sugli animali

“Aveva un occhio gonfio, sporgente e un profondo buco nella parte superiore del suo cranio. La sua faccia era insanguinata, il cranio era fratturato in diversi punti, la mascella era rotta e la sua coda era stata bruciata”.

Una descrizione agghiacciante della violenza di cui era stato vittima Bruce.

Rob Melloy ha riferito che in base alle prime ipotesi, qualcuno deve aver picchiato il cane con “un cacciavite o un pezzo di legno con un chiodo, provocandogli le ferite in testa e all’occhio”.

Prima di essere trovato, il cane ha vagato per almeno quattro giorni, considerando l’infezione alle ferite. Per tutti, il recupero di Bruce è un miracolo.

A distanza di un mese, Bruce non riesce ancora ad aprire completamente la bocca, ma si comporta come un cane normale, come se tutto quello che ha subito non fosse mai esistito. Molto probabilmente il cane dovrà affrontare altri interventi. Ma per ora si gode l’affetto di una famiglia affidataria, in attesa di un’adozione definitiva.

La storia di Bruce ha colpito migliaia di utenti inglesi che si sono interessati al suo destino. Per questo, lo staff della clinica veterinaria provvede a pubblicare aggiornamenti sulle condizioni di salute di Bruce.

Tra i quali, recentemente, un simpatico post, nel quale staff della clinica rende noto che Bruce ha fatto amicizia con il figlio di un’assistente.

“Si è fatto un nuovo amico, George, il figlio di una delle nostre assistenti. Hanno dato la caccia a tutti i cattivi, controllando ogni angolo della nostra clinica. Bruce dev’essere stato contento di essere al sicuro”.

Ecco il post del recupero del povero Bruce:  

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI