Home News Crudeltà e maltrattamenti sugli animali: un crimine federale

Crudeltà e maltrattamenti sugli animali: un crimine federale

Crudeltà e maltrattamenti sugli animali diventano crimini federali negli USA 

crudeltà animali reato

E’ stato approvato il Pact negli Stati Uniti, un disegno di legge con il quale il Governo ha elevato a “crimine federale”, i reati di crudeltà e i maltrattamenti sugli animali.

La Camera degli Stati Uniti ha infatti votato all’unanimità il Pact Act ( Preventing Animal Cruelty and Torture). Un atto bipartisan presentato dai deputati della Florida Ted Deutch e Vern Buchanan.

Il Pact act modifica la precedente legge del 2010 e prevede pene più severe. In passato, solo se vi erano delle testimonianze video, con abusi, era possibile procedere legalmente. La legge del 2010 in se stessa con vietava atti di violenza contro gli animali.

Cosa prevede la nuova legge sui maltrattamenti animali

Ecco perché una revisione della legge era necessaria, considerando i numerosi casi che hanno fatto clamore di violenza, abusi, maltrattamenti e vicende di crudeltà sugli animali. Lo stesso Fbi nel 2015 aveva elevato la categoria di “violenza sugli animali” a “crimine efferato”, in modo da poter monitorare il fenomeno e le persone violente sugli animali tramite un database, in quanto chi commette questa violenza è un “potenziale pericolo per la società”. Molti studi hanno dimostrato la correlazione tra maltrattamenti, crudeltà e abusi sugli animali con persone violente e serial killer.

–> Il reato di maltrattamento animali diventa un crimine efferato per l’Fbi

Il Pact Act non solo vieta i maltrattamenti ma ha introdotto questi reati come “crimini federali” e non più statali. La nuova legge attende ora il passaggio rapido in Senato e la firma del presidente americano Donald Trump per entrare in vigore.

Il deputato Ted Deutch ha espresso soddisfazioni commentando che “questo disegno di legge invia un messaggio chiaro che la nostra società non accetta la crudeltà contro gli animali”.

La legge inasprisce le pene riguardo a qualsiasi tipo di abuso sugli animali: investire, bruciare, annegare, soffocare o abusare sessualmente di un animale.

Non solo sanzioni elevate ma anche condanne che prevedono fino a 7 anni di carcere.

In questo modo, il Governo ha dato il consenso all’FBI ma anche ad altre agenzie federali a intervenire e ad arrestare chi commette un reato simile.

“Questi atti malvagi meritano un controllo e un’azione federale. I pubblici ministeri e le forze dell’ordine avranno finalmente gli strumenti di cui avevo bisogno per consegnare alla giustizia i responsabili di azioni crudeli verso gli animali”, ha dichiarato Sara Amundson, presidente dell’organizzazione animalista Humane Society (HSI) .

Amoreaquattrozampeè stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizieSEGUICI QUI