Home News Reggio Emilia, cucciolo legato a catena in un casolare disabitato

Reggio Emilia, cucciolo legato a catena in un casolare disabitato

CONDIVIDI

La Polizia di stanza a Reggio Emilia è intervenuta per salvare un cucciolo di Pastore Tedesco abbandonato in un casolare disabitato. Il piccolo animale era costretto sul posto dopo essere stato legato ad una catena da qualche insensibile individuo. Ed i suoi guaiti hanno attirato l’attenzione di alcune persone, per fortuna.

I cittadini hanno segnalato la presenza del cagnolino ai poliziotti, i quali sono subito intervenuti liberandolo. Le condizioni in cui versava erano letteralmente pietose: il cucciolo non aveva cibo ed accanto a se aveva solamente dell’acqua stantia. Gli agenti lo hanno ritrovato accoccolato sotto ad un tavolo che gli faceva da riparo. Inoltre è stato notato che aveva la catena tutta attorcigliata tra le zampe posteriori, probabilmente per i tentativi di liberarsi.

La cosa gli ha provocato dei dolori che lo costringevano di continuo a gemere sonoramente. Il cucciolo era sprovvisto di microchip, ed ora si trova al canile comunale di Reggio Emilia dove è stato subito messo in condizione di essere adottato. La Polizia sta indagando per cercare di individuare chi possa aver compiuto un simile gesto disumano.

Ancora più spaventoso cosa accaduto a Chieri, in provincia di Torino, pochi giorni fa. Sette cuccioli erano stati ritrovati morti sulla sponda di un rio da due persone intente a fare jogging. Anche in questo caso le forze dell’ordine stanno cercando di risalire all’autore di una tale barbarie. Nel frattempo è stata ritrovata la loro mamma.