Home News Cucciolo abbandonato nei rifiuti, ma è una invenzione per poterlo tenere

Cucciolo abbandonato nei rifiuti, ma è una invenzione per poterlo tenere

CONDIVIDI

cucciolo abbandonato

La storia che stiamo per riportarvi ha un fondo di immensa tenerezza. Riguarda una bambina di Trieste, la cui vicenda è stata diffusa sul web, ed in particolare su Facebook, da Antonella Bitetto, vicepresidente dell’associazione ‘Zampa nel Cuore Italia’, che ha parlato di un cucciolo di poco più di un mese di età ritrovato abbandonato all’interno di un cassonetto dell’immondizia in una strada della città giuliana. Ad essersi accorto di lui era stata una residente, la quale aveva sentito distintamente i guaiti del cucciolo abbandonato. L’associazione ha subito preso in consegna l’animaletto, sottoponendolo quanto prima ad una visita veterinaria e diramando avvisi in merito al suo ritrovamento. La Bitetto si è anche mossa nel tentativo di favorire una sua adozione, e le richieste in tal senso non sono mancate. Nel ricostruire la dinamica che ha portato questo cucciolo abbandonato ad essere lasciato da solo al suo destino, si è scoperto infine qualcosa che rasenta l’incredibile.

Come detto, a segnalare la presenza del cucciolo era stata una donna, la quale ha riferito che in realtà a compiere la scoperta sarebbe stata sua figlia. Ma era tutta una bugia: il cagnolino in realtà era stato dato alla bambina, una minorenne. E quest’ultima si è inventata tutto nella speranza che la storia così costruita contribuisse a convincere la sua famiglia a tenere l’animale. Ma poi è stata la stessa ragazzina a raccontare la verità, conscia evidentemente del fatto che una cosa simile non poteva restare nascosta dietro ad una menzogna. Si vuole comunque cercare di capire chi possa aver dato alla giovane un cucciolo sprovvisto sia di microchip che di regolare documentazione, oltre che di tutte le vaccinazioni del caso richieste. In questo senso la ragazzina dovrà fornire delle risposte.

Cane abbandonato, un’altra brutta storia arriva dal Canada

Ed un’altra storia relativa all’abbandono di un cucciolo giunge dal Canada. Qui una donna ha notato un trasportino lasciato nel bel mezzo della neve, con al suo interno un cagnolino. Appena l’animaletto si è accorto della sua presenza ha cominciato a chiedere aiuto guaendo e facendo praticamente capire di volere essere salvato. “Ha cominciato a piangere appena mi sono avvicinata a lui”, ha fatto sapere la donna.

A.P.