CONDIVIDI

Cucciolo di leopardo non vuole attraversare la strada, la mamma torna a prenderlo e le immagini fanno il giro del mondo

Un incontro ravvicinato che sta facendo il giro del mondo. Siamo al Kruger National Park in Africa Sud dove una mamma leopardo è stata vista attraversare una strada con i suoi due cuccioli.

Mentre le automobili si sono fermate per far passare la piccola famiglia e assistere a una rara scena, la mamma leopardo, dapprima timorosa e sospettosa, dopo aver accertato che la strada era sicura, va a prendere i suoi due cuccioli per attraversare l’asfalto.

Quello che però non si sarebbe mai attesa è che uno dei due cuccioli, più pauroso, si è fermato nel bel mezzo della carreggiata. Il tenero esemplare, letteralmente paralizzato dal panico, disorientato, si è poi girato per tornare indietro.

Fortunatamente, la mamma se n’accorge e torna a prenderlo.

Thinus Delport, uno dei fortunati spettatori che ha filmato la scena, ha raccontato alla piattaforma LatestSightings.com l’esperienza straordinaria alla quale ha assistito.

“La mattina presto, io e le mie figlie abbiamo lasciato il nostro albergo per andare in cerca di leopardi da osservare. Non eravamo sicuri che vi fossero dei leopardi nel parco Kruger, visto che nessuno li aveva mai avvistati. Mentre eravamo in viaggio, le mie figlie scherzavano in macchina, canticchiando una canzone che per loro ci avrebbe aiutati a trovare i leopardi. E ha davvero funzionato!”.

Raro avvistamento di una famiglia di leopardi

Una coincidenza davvero incredibile. Ad un certo punto, Delport ha dovuto fermare l’auto dietro ad altre macchine che si erano incolonnata.

“Abbiamo trovato un ingorgo di auto che erano ferme sulla strada. Inizialmente, sembrava che i visitatori stessero osservando dei leoni. Poi mia figlia ha notato un felino in mezzo alla boscaglia e ha gridato che c’era un leopardo madre che cercava di spostare i suoi cuccioli”.

La giovane ragazza ha subito acceso la telecamera e ha iniziato a filmare il momento in cui la madre incoraggia i suoi cuccioli ad attraversare.

“Mentre attraversava la strada si girava per assicurarsi che la situazione fosse sicura ed è poi tornata indietro a prendere i suoi cuccioli”.

Delport da oltre 50 anni visita il Kruger Park ma è la prima volta nella sua vita che avvista i leopardi. Un avvistamento molto raro e per questo “dimostra che la pazienza paga davvero”.

Leopardo specie a rischio

Secondo delle stime di uno studio condotto nel 2016 da Andrew Jacobson della Società zoologica di Londra (Zsl), in collaborazione con l’University College di Londra e del progetto Big cats e pubblicato sulla rivista scientifica PeerJ, è emerso che la popolazione dei leopardi si è ridotta in tutto il mondo. Il leopardo (Panthera pardus) ha perso il 75 per cento del suo habitat naturale. Una specie che si trova in Africa, in Medio Oriente e in Asia. Il territorio è passato da 35 milioni di chilometri quadrati a soli 8,5 milioni. I ricercatori, hanno sottolineato che la popolazione si è ridotta del 37% e in Asia è minacciato d’estinzione, come la tigre asiatica.

L’habitat dei leopardi sono le foreste tropicali, le praterie, ma deserti e zone alpine. Alcuni di loro vivono a ridosso dei centri urbani come ad esempio in India dove sono stati avvistati in prossimità di Mumbai o in Africa del Sud, vicino a Johannesurg.

La specie è considerata vulnerabile dall’Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn) mentre tre sue sottospecie sono in pericolo critico. Ecco perché alla luce delle nuove verità emerse dallo studio è stato suggerito che tutte le specie di leopardo siano inserite nella categoria “in pericolo critico”, in modo da attivare delle politiche e strategie conservative.

I leopardi sono minacciati dal bracconaggio, dagli allevatori che li uccidono per difendere il bestiame ma anche dalla caccia sportiva per cui in alcuni paesi è consentito cacciarli come trofei.

I ricercatori hanno ricordato che “essendo un animale elusivo ed è probabilmente per questo che ci è voluto così tanto tempo per riconoscere il suo declino” a differenze di altre specie.

Fortunatamente, secondo i dati, le popolazioni dei leopardi nelle montagne del Caucaso, nella Russia orientale e nella Cina nordorientale si sono stabilizzate e sarebbero in crescita anche se in declino rispetto al secolo scorso.

Guarda il video:

 

 

Ti potrebbe interessare–>

C.D.