Home News Cucciolo paralizzato torna a camminare

Cucciolo paralizzato torna a camminare

CONDIVIDI

cucciolo

I veterinari non gli avevano dato speranze, diagnosticando che il cucciolo non sarebbe mai riuscito a camminare. Eppure come in molti casi, la perseveranza collegata al sentimento e alla forza dell’amore può portare a realizzare dei miracoli. E’ il caso del piccolo Sunshine, un esemplare di Rhodesian Ridgeback, nato lo scorso 15 giugno.

Una splendida cucciola sulla quale sembrava che il destino volesse accanirsi: nei primi mesi ebbe una forte intossicazione delle vie intestinali, per cui è stata sottoposta a due interventi chirurgici. Ma come se questo non bastasse, una notte, mentre i proprietari stavano dormendo, Sunshine, ha avuto un incidente, nel cortile dell’abitazione e da quel momento è rimasta quasi totalmente paralizzata.

I veterinari non sono riusciti ad individuare le origini della paralisi e secondo la loro diagnosi non sarebbe mai riuscita a camminare, per cui raccomandarono ai proprietari l’eutanasia della cucciola.

La proprietaria era quasi convinta che si trattasse della migliore soluzione, ma l’allevatrice, Mija Cyphert, non si rassegnava al fatto che non si potesse fare nulla per Sunshine, decidendo di contattare un altro veterinario, Vincent Zaccheo del Warren Animal Hospital, che ha seguito molti casi simili in passato.  Zaccheo ha riferito all’allevatrice che era importante seguire il cane con un trattamento quotidiano. Mija ha pertanto ripreso Sunshine portandola nella sua abitazione nei pressi delle Appalachian Mountains nel New Jersey, avviando una terapia di riabilitazione motoria.

“Non l’avrei mai lasciata soffrire. E’ una combattente, ama la vita”, ha commentato l’allevatrice che, per settimane, ha seguito Sunshine come una figlia, informandosi sulle più avanzate tecniche di riabilitazione per il potenziamento della struttura muscolare del cane.

Al contempo, la cucciola è stata sottoposta ad un trattamento laser e di agopuntura per stimolare il sistema nervoso e la memoria motoria ovvero dando al corpo la sensazione del movimento.

Dopo una prima fase, Sunshine ha dato dei piccoli segnali di miglioramento che, con il proseguire della terapia, sono diventati ogni giorno più importanti: Sunshine stava di nuovo imparando ad usare il suo corpo.

Cyphert reggeva il cane, aiutandolo a stare in piedi: “Stavo cercando di tenerla in quella posizione naturale per il suo corpo. In quel modo, il corpo avrebbe ricevuto il messaggio della pressione sugli arti. Questo movimento ha riattivato il cervello, stimolandolo in modo che prendesse a prendere di nuovo consapevolezza del corpo”.

Con il passare delle settimane e dei mesi, la piccola Sunshine è diventata sempre più forte finché non è riuscita a fare i primi passi: “Nell’acqua non vi era molta pressione e così Sunshine è riuscita a muoversi per la prima volta. Da quel momento siamo passati alla sedia a rotelle”, ha spiegato l’allevatrice.

Un bel giorno, questa dolce “cucciolona” non ha più avuto bisogno della sedia a rotelle e ha fatto i suoi primi passi da cane libero!

“E’ un lavoro molto difficile e lungo”, ha commentato Cyphert, sperando che la storia di Sunshine sia d’esempio e aiuti altre persone a dare una seconda opportunità ai cani che non hanno speranza.

“A volte le situazioni possono essere molto buie e sembra che non vi sia una via d’uscita. Ma non si sa cosa ci può essere un domani”.

La piccola Sunshine sta proseguendo il suo percorso di riabilitazione in modo da fortificare il suo corpo,fintanto non sarà capace di correre e giocare come tutti gli altri cani. Gli aggiornamenti e i progressi vengono documentati con dei filmati condivisi sulla retee attraverso il canale youtube dell’allevatrice (clicca qui).