Home News Angeli dei 4 Zampe Cucciolo torturato da baby gang: bambino di 7 anni gli salva la...

Cucciolo torturato da baby gang: bambino di 7 anni gli salva la vita

CONDIVIDI

E’ solo un bambino di 7 anni eppure non gli è mancato il coraggio quando durante una delle sue escursioni in bicicletta ha sfidato un gruppo di ragazzi tra gli 8 e i 12 anni che stavano torturando un cucciolo di cane.
Nicolás è residente in Argentina a Rosario. Per le strade del suo quartiere si è trovato di fronte ad una scena agghiacciante: un gruppetto di ragazzini che stavano picchiando a morte un cucciolo. Il bambino di soli sette anni non ha avuto timore, avvicinandosi a quei ragazzi più grandi per intimarli di smettere. Nicolas è poi andato di corsa a casa per chiedere aiuto alla madre la quale si è precipitata con il figlio nel luogo in cui quei bambini stavano abusando del cucciolo.

Per fortuna, la donna è riuscita a recuperare il povero animale e Nicolas ha investito tutti i suoi risparmi per pagare le cure veterinarie.
Il gesto straordinario di Nicolas è rimbalzato sui social e ha colto l’attenzione dei media argentini: “Non avremmo mai pensato che la storia avrebbe avuto questo impatto. Dopo essermi messa in contatto con mio cugino che lavora per un giornale, chiedendogli aiuto per trovare una famiglia al cane, lui è rimasto totalmente colpito dalla storia che ha pubblicato. Nel giro di poche ore ci sono state molte persone che hanno chiesto di adottare il cane”, ha raccontato Gisele, la madre di Nicolas.

Il bambino in un’intervista ha raccontato che mentre stava facendo un giro in bicicletta, si è accorto del gruppo di bambini che hanno preso il cucciolo da una scatola che hanno gettato in un piccolo fosso e preso a calci. I ragazzini hanno poi tentato di strangolare il povero animale: “Ho sentito che uno di loro voleva portarlo un casa per affogarlo nella vasca”.

Grazie al suo coraggio, Nicolas ha salvato la vita del cane. La madre dopo aver diramato l’appello per farlo adottare ha poi capito che il figlio desiderava tenere il cucciolo chiamato Esteban e ha deciso di farlo restare in casa: “Fin dall’inizio Nico voleva stare con lui. Esteban resterà con noi”, ha scritto la donna su facebook, aggiornando l’appello del cane.

Grazie al suo coraggio, Nicolas ha anche ricevuto i complimenti del direttore della sua scuola e ha ricevuto molti doni dei suoi compagni di classe.

C.D.