Home News Decine di gatti scomparsi nel quartiere: nessun timore, trovavano rifugio a casa...

Decine di gatti scomparsi nel quartiere: nessun timore, trovavano rifugio a casa di un’anziana donna

CONDIVIDI

Negli ultimi mesi, il quartiere di Trafford, nella periferia di Manchester in Inghilterra, era avvolto da un vero e proprio mistero. Nessuno sapeva spiegarsi dove finivano i gatti dei residenti. Nell’arco di qualche mese infatti, erano scomparsi nel nulla una ventina di felini domestici appartenenti a diverse famgilie.

Il vicinato era in allerta e tutti temevano per il proprio gatto fino a quando una famiglia si è accorta di un fenomeno piuttosto strano e ha segnalato il caso alle autorità locali. Il testimone aveva più volte chiamato la polizia, dichiarando che a casa dell’anziana signora, aumentava in modo esponenziale il numero dei gatti. Una cosa anomala alla luce di quanto si era verificato e che ha destato i sospetti della polizia locale, recatasi sul posto per effettuare un sopralluogo.

Durante il controllo è stato accertato che a casa dell’anziana signora vi erano una ventina di gatti, tutti quelli che erano scomparsi dalle case dei loro padroni. Nessuno ha idea del motivo che ha portato i gatti a casa della signora, se siano stati attratti dalle sue gentilezze o dal cibo oppure se siano stati rubati.

In ogni caso, i felini domestici erano stati trattati bene ed erano tutti in buona condizione di salute e sono stati affidati alle cure della Rspca, società di protezione animali britannica. Dalle indagini quattordici gatti non risultavano registrati al nome dell’anziana donna. La Rspca ha avviato le ricerche dei proprietari, rendendo noto che tre gatti microchippati sarebbero già tornati a casa loro, mentre sono ancora in corso le ricerche per gli altri felini domestici. Per questo l’organizzazione ha diramato le schede con le fotografie dei mici, lanciando l’appello per rintracciare i proprietari. La stessa Rspca ha ricordato di aver ricevuto, nel giro di un mese, decine di chiamate da parte di chi dichiarava di aver perso il gatto.

Gli altri felini sarebbero dell’anziana donna e sono rimasta a casa con lei. Si tratta di un caso davvero sorprendente e in parte fa sorridere l’idea di questa donna in veste di “ladro di gatti”, alimentata forse da un desiderio di far del bene. In ogni caso, i giornali locali hanno alimentato la notizia definendo la signora una “serial cat-napper”: una ladra seriale di gatti.

Molto probabilmente, come in molti casi simili, la donna potrebbe essere un accumulatrice compulsiva a sua insaputa. Di sicuro, quello che ha insospettito le autorità è che i gatti erano tutti reclusi in casa.

 

C.D.