Home News Delfino morto per i selfie: l’orrore arriva dalla Spagna – FOTO

Delfino morto per i selfie: l’orrore arriva dalla Spagna – FOTO

CONDIVIDI

Un cucciolo di delfino è morto tra i selfie dei bagnanti lungo le coste della Spagna: non è sopravvissuto alle molestie della folla – FOTO

delfino significato
 (Foto Pixabay)

Un giovane delfino ha perso la mamma e si è avvicinato troppo alla spiaggia a Mojàcar, una località costiera spagnola: il piccolo è stato immediatamente attoriniato da numerosi bagnanti che hanno voluto accarezzarlo e farsi dei selfie con il cucciolo di cetaceo, con il risultato che l’animale è morto a causa delle numerose molestie subite.

La denuncia, portata alla luce in Spagna da svariate testate giornalistiche, porta la firma di un’associazione animalista impegnata nella salvaguardia delle specie marine chiamata Equinac: secondo gli attivisti, al suo arrivo sulla costa il piccolo delfino è stato accerchiato da centinaia di persone.

Spagna, delfino morto per selfie e molestie: il tragico destino

delfino morto selfie
Il delfino morto tra selfie e molestie: la notizia dalla Spagna

I delfini sono animali che vivono in branco e un esemplare giovane come lo sfortunato protagonista di questa triste storia non può vivere lontano dalla mamma troppo a lungo: sicuramente lo spiaggiamento subito non l’ha aiutato ad allontanare il triste epilogo.

Tantissime persone, infatti, incuranti dei danni che potevano provocare all’animale si sono avvicinate per accarezzarlo o per farsi il proprio agognato selfie con il delfino: secondo la testimonianza di un bagnino, sono state le continue molestie subite ad uccidere il cucciolo di cetaceo in Spagna.

contenuto 100% originale
@Equinac-Facebook

Molti bambini, probabilmente inconsapevoli del danno che stavano arrecando al piccolo, continuavano ad accarezzarlo coprendo lo sfiatatoio: in un delfino, lo sfiatatoio è l’equivalente delle narici per l’uomo e chiuderlo equivale a impedirgli di respirare.

Il piccolo delfino era terrorizzato, sofferente, senza la sua mamma: i bagnanti però non sono stati capaci di comprenderlo, non hanno capito che toccare, accarezzare, tenere fuori dall’acqua questi animali è una molestia pericolosa per le creature marine, che subiscono uno stress enorme che in questo caso ha portato al peggiore dei possibili finali: ci auguriamo che portare alla conoscenza del pubblico questa storia, aiuti a rendere tutti più consapevoli dei comportamenti corretti in caso di contatto con animali selvatici.

Potrebbe interessarti anche >>> Delfino rosa rarissimo partorisce un cucciolo dello stesso colore

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI