Home News Era dentro una busta di plastica e l’hanno lanciata da un Suv...

Era dentro una busta di plastica e l’hanno lanciata da un Suv in corsa

CONDIVIDI
@Valiant: Animal Rescue + Relief

 

Storie di ordinaria follia a Richland, nel South Carolina, Stati Uniti, dove è caccia all’uomo che ha abbandonato in modo atroce un cucciolo di poche settimane.

Secondo alcuni testimoni, da un’automobile, che ha attraversato un incrocio trafficato a tutta velocità, è stato lanciato un sacchetto di plastica che ha attirato l’attenzione di alcuni passanti. All’interno della busta vi era una cucciola, di poche settimane, con un cappio intorno al collo che si stringeva sempre di più ad ogni movimento della povera cagnolina, condannata a morte.

Sul posto sono giunti i volontari di un’associazione locale la Valiant: Animal Rescue + Relief che hanno provveduto a recuperare il cucciolo.

“In quel sacco della spazzatura c’era una cucciola malata con il cappio al collo. Quando cercava di liberarsi, la corda si stringeva e affondava sempre più nella pelle, provocando una brutta ferita”, ha raccontato Michelle Reid, responsabile dell’associazione.

Il cucciolo era stato lanciato da un Suv bianco, forse un ford o un Explorer, con i vetri oscurati, riferisce la polizia, ma nessuno è riuscito a prendere la targa. Il caso è stato denunciato alle autorità che stanno cercando l’autore del gesto.

Per i volontari che hanno subito curato la cagnolina chiamata Olivia, non ci sono dubbi: il gesto è stato voluto: “Legare in questo modo un piccolo essere vivente è stato calcolato. Bisogna essere malvagi per fare una cosa del genere con la quale avevano condannato Olivia a soffrire molto e a morire lentamente”, ha dichiarato Reid.

La piccola Olivia è stata però fortunata e dopo un trattamento della ferita e di un’infezione le sue condizioni sono migliorare nell’arco di pochi giorni. Non a caso, proprio dagli aggiornamenti diffusi dall’associazione, quella cucciola spaventata e ferita, a distanza di poco tempo è tornata ad avere fiducia nell’uomo e piano piano sta riprendendo a correre nel prato del rifugio dove viene custodia.

RITROVAMENTO DI OLIVIA

LENTA RIPRESA

AGGIORNAMENTI