Home News Dieta del cane: cosa cambiare in questo periodo in cui fa poco...

Dieta del cane: cosa cambiare in questo periodo in cui fa poco movimento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:07
CONDIVIDI

In questo periodo di emergenza in cui il cane si muove di meno la sua dieta andrebbe modificata: i consigli in merito dell’esperta dell’OVUD.

dieta cane questo periodo
Cosa cambiare nella dieta del cane in questo periodo in cui fa poco movimento (Foto dal web)

Il decreto Conte e i vari decreti regionali dall’8 marzo in poi (per alcune regioni del nord Italia anche da prima), hanno comportato dei cambiamenti nelle nostre abitudini, anche legate agli animali domestici. 

Se chi ha un animale domestico ha vissuto certamente meglio questo periodo, grazie ai benefici apportati dagli animali domestici come riportato nell’articolo Cuccioli e Coronavirus: 5 motivi per cui i nostri animali ci salveranno, è comunque il caso di stare particolarmente attenti alla loro alimentazione in questo periodo. I suggerimenti arrivano dall‘Ospedale Veterinario Universitario Didattico di Messina, soprattutto per chi ha cani

OVUD di Messina: Dieta del cane, cosa cambiare in questo periodo in cui fa poco movimento

dieta cane muove meno
Cosa cambiare nella dieta del cane in questo periodo in cui si muove di meno (Foto Pixabay)

Dato che il cane deve fare una passeggiata più breve rispetto al solito e quindi consuma meno calorie è il caso che la sua dieta sia più leggera per evitare che diventi in sovrappeso. Un peso eccessivo negli animali, come negli esseri umani, è legato al rischio di sviluppare patologie o che una volta che queste sono presenti abbiano effetti più gravi. 

La prof.ssa Biagina Chiofalo dà dei suggerimenti per una dieta sana, meno calorica e che comporti una riduzione del senso di sazietà nel cane. Le dosi complessive devono essere più piccole (se ad esempio prima il cane mangiava 100 grammi di un certo prodotto ora ne dovrebbe mangiare non più di 80). 

Se l’animale mangiava una volta al giorno ora è il caso di farlo mangiare due volte per evitare che, come spesso i cani fanno, ingerisca tutto troppo velocemente. 

Se nella dieta del cane erano inclusi degli snack è il caso di sostituirli con della frutta come ad esempio pere e mele che grazie alla quantità di acqua aumentano il senso di sazietà e sono utili a mantenere l’idratazione del cane e a fornirgli sostanze come vitamine, fibre, minerali e antiossidanti necessarie per la sua dieta.

Bisognerebbe sostituire i prodotti molto calorici con quelli meno calorici e il processo deve essere fatto in modo graduale nell’arco di una settimana, iniziando con tre quarti di cibo molto calorico e uno di cibo meno calorico, poi metà metà, poi tre quarti di cibo meno calorico e uno di cibo molto calorico e infine cibo meno calorico al 100%.

I proprietari devono evitare la tentazione di dare da mangiare al cane avanzi o parte degli snack consumati nel corso della giornata.

Potrebbe interessarti anche:

Teresa Franco