Home News EARTH denuncia: “Il parco ‘Macchia della Signora’ rovinato dai cacciatori”

EARTH denuncia: “Il parco ‘Macchia della Signora’ rovinato dai cacciatori”

CONDIVIDI
Foto – Facebook, Earth

EARTH continua la propria attività di monitoraggio nei parchi e nelle aree verdi protette nella regione Lazio. L’associazione che tutela l’ambiente e gli animali su scala nazionale, ha ora spostato il proprio raggio di azione sul parco ‘Macchia della Signora’, posto nel Comune di Cerveteri.

Si intende raccogliere e smaltire le numerose cartucce da sparo che altro non sono se non residui della intensa attività venatoria che si è svolta nelle scorse settimane, esattamente come fatto nei parchi ‘Maccha di Gattaceca, poi nel parco archeologico del Tuscolo e nell’area protetta ‘Lugotevere Farfa’ di Nazzano.

I volontari di EARTH denunciano lo stato di estremo degrado nel quale le zone battute versano, con un abbandono ed una incuria tali da doversi vergognare. Infatti il suolo è letteralmente coperto di cartucce esplose, ed in sfregio alla civiltà ed al più comune buonsenso, anche i cartelli informativi sono stati impallinati dopo essere utilizzati a mò di bersaglio.

Davvero una situazione indescrivibile e che fa cadere le braccia, come si suol dire, che testimonia la totale inciviltà delle cosiddette persone che sono solite frequentare il parco ‘Macchia della Signora’ per l’attività venatoria. Come se non bastasse, si è avuta l’ennesima riprova che nella maggior parte dei casi i cacciatori rappresentano una categoria che si sente onnipotente ed intoccabile, oltre che in diritto di credere di poter agire al di là della legge. Difatti controlli non ce ne sono, a giudicare dallo stato del parco.

Valentina Coppola, presidente di EARTH, denuncia: “Le cartucce rappresentano un grande rischio in quanto sono altamente inquinanti. Sarebbe un obbligo dei cacciatori raccoglierle anziché lasciarle sul suolo, ma evidentemente alcuni di essi se ne infischiano delle regole e della salvaguardia della natura. Addirittura alcuni di loro hanno trovato come passatempo quello di sparare alle palette informative del parco”.

EARTH si riserva ora di inoltrare una denuncia per omissione di atti di ufficio nei riguardi del sindaco se l’intera area non verrà ripulita in toto. I controlli che ci saranno in futuro saranno indicativi in tal senso: verrà redatto un apposito dossier da consegnare alla Regione Lazio. che provvederà in prima istanza ad agire a seconda dei casi per far si che le regole vengano finalmente rispettate e l’ambiente rispettato.