Home News L’elefante viene investito: rianimato da un massaggio cardiaco – VIDEO

L’elefante viene investito: rianimato da un massaggio cardiaco – VIDEO

L’elefante rimane a terra: un professionista tenta di riportarlo in sé con un massaggio cardiaco

Elefante Massaggio Cardiaco
L’elefante si riprende e si rimette in piedi dopo il massaggio cardiaco (Screenshot Video YouTube)

È successo sulle strade di Bangkok, durante una notte che doveva essere come le altre, ma che si stava trasformando in una tragedia. Un motociclista sopraggiungeva su una strada della provincia orientale di Chanthaburi. All’improvviso si è trovato di fronte agli occhi un piccolo pachiderma. Non ha potuto fare altro che coglierlo in pieno e finire a terra insieme all’esemplare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Per la prima volta nasce un elefante nello zoo giapponese: ma è già in catene

Uno da una parte, uno dall’altra. Per fortuna la strada, anche se di notte (non inoltrata), era ancora affollata di macchine che transitavano da quelle parti. Molti si sono fermati. Alcuni sono andati a soccorrere il motociclista, fermo e immobile, sul ciglio della strada, altri si sono fiondati sul pachiderma. Solo che, per capire come salvarlo, non è stato facile.

E non lo sarebbe stato se non fosse intervenuto Mana Srivate, un uomo che nella vita lavora come operatore di pronto soccorso. Certo, di persone ne avrà salvate tante, ma mai si era trovato di fronte una scena del genere. Sta di fatto che, una volta arrivato vicino l’elefante, si è ricordato di un video online dove si specificava la posizione del cuore di un elefante. Non ci ha pensato un attimo: gli ha applicato un massaggio cardiaco. Dopo 10 minuti l’elefante si è mosso di nuovo e ha cominciato a dare cenni di vita.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Elefante cade in un pozzo: 50 persone per salvarlo – VIDEO

Intanto il branco si era ormai spostato e una volta finita l’operazione, come ha raccontato lo stesso Mana in un’intervista lasciata alla Reuters, il piccolo elefante è stato trasportato, con i giusti mezzi, in un posto dove poteva essere visitato con tutta la calma del mondo. Una volta rimesso in sesto lo hanno riportato nel luogo dell’incidente sperando che il resto della famiglia, la mamma su tutti, riuscisse a sentire il suo odore e tornare indietro a riprenderlo. Così è stato. E l’elefante, dopo il brutto spavento, è tornato a vivere la sua vita sano e salvo.