Home News Emergenza Coronavirus, allarme fame per gli animali del Circo Orfei

Emergenza Coronavirus, allarme fame per gli animali del Circo Orfei

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:27
CONDIVIDI

Il Circo Orfei è fermo da più di un mese a causa dell’emergenza coronavirus e ha finito le scorte di cibo per gli animali.

emergenza coronavirus cibo animali
Emergenza Coronavirus, allarme fame per gli animali del Circo Orfei (Foto maxpixel.net)

Da 50 giorni il circo Orfei è bloccato ad Ortelle, in provincia di Lecce, a causa dell’emergenza coronavirus. Tigri, leoni, elefanti, cavalli, capretti, zebre, dromedari e anche un piccolo pony nato proprio alcuni giorni fa sono rimasti senza cibo. Ciò che è stato donato dalla comunità e le scorte di cibo del circo sono terminati.

Emergenza Coronavirus, Circo Orfei: “Non abbiamo più cibo per gli animali” – Un aiuto dalla Coldiretti

circo orfei aiuto coldiretti animali
Circo Orfei: in aiuto la Coldiretti per animali e lavoratori (Foto Pxhere)

Sono stati gli agricoltori di Coldiretti e Campagna Amica a Lecce a mettersi in azione e portare “mangime e fieno per gli animali e verdure, formaggi, olio, uova, conserve per i membri del circo”.

Francesco Manzari, direttore di Coldiretti Lecce, ha dichiarato a Antenna Sud che in seguito ad una telefonata a lui rivolta ha saputo della condizione in cui versano da più di un mese animali e molte persone tra le quali dei bambini.

Manzari ha poi dichiarato che per gli olivicoltori del Salento, che si sono messi a disposizione in aiuto del Circo Orfei, “è il settimo anno di una grande pandemia sociale, economica e agricola. Dobbiamo ricordarci che da 7 anni le imprese agricole sono in ginocchio qui nel Salento per via della xylella”. Il direttore di Coldiretti Lecce ha ricordato che il decreto in aiuto di queste imprese è “ancora fermo, bloccato da una burocrazia che non può avere giustificazione”. Un gesto ancora più apprezzabile quindi quello degli olivicoltori verso il Circo.

Luca Orfei ha ringraziato il sindaco di Ortelle che li sta ospitando e la Coldiretti che ha portato loro questi aiuti.

Potrebbe interessarti anche:

T. F.