Home News Entrano nella casa per salvare il cane dall’incendio ma scoprono l’orrore

Entrano nella casa per salvare il cane dall’incendio ma scoprono l’orrore

CONDIVIDI

Sembrava uno dei tanti interventi dei vigili del fuoco intervenuti presso un’abitazione per contenere un incendio a Lompoc in California. Durante le operazioni, i vicini di casa hanno riferito alle squadre di soccorso che all’interno della casa vi era un cane, rimasto intrappolato.

E così i vigili sono entrati nell’abitazione, andando alla ricerca del povero animale che hanno trovato in una stanza al secondo piano, facendo una macabra scoperta. Ovvero, il cagnolino era all’interno di una scatola di cartone e aveva le zampe e il muso legati con un nastro.  Più che un cagnolino domestico, il povero esemplare, di taglia piccola era detenuto come un prigioniero: “I vigili del fuoco hanno che il muso del cane e le zampe posteriori erano legate con dei nastri adesivi”, ha dichiarato in una nota il dipartimento della polizia locale.

All’esterno, i vigili hanno liberato il cagnolino e per farlo recuperare gli hanno dato dell’acqua. Il cane di nome Pooh è stato poi trasferito presso una clinica veterinaria per trattare l’intossicazione provocata dal fumo ma anche alcune ferite, riconducibile a possibili maltrattamenti.

Il proprietario di Pooh, Edward Vantassel, di 37 anni, è stato denunciato e arrestato per il reato di maltrattamenti e dovrà pagare una cauzione per uscire dal carcere in attesa del processo.

Pooh è stato invece accolto presso una famiglia in stallo ed è ora in attesa di un’adozione che sarà valutata dalla Animal Control di Santa Barbara. Un portavoce del canile ha riferito che il cane aveva evidenti segni di maltrattamenti che potranno essere un aggravante nell’ambito del processo a carico del proprietario: “Nessuno può sapere da quanto tempo fosse in quelle condizioni”, hanno commentato dalla Animal Control. Una cosa certa è che se non fosse stato per l’intervento dei vigili del fuoco il piccolo Pooh sarebbe molto probabilmente morto in quell’abitazione in quanto non solo non aveva vie di fuga ma non poteva muoversi liberamente, con i posteriori legati. Un caso che ha scosso i media e i residenti locali. Adesso, tutti quanti sperano che Pooh possa finalmente trovare una famiglia giusta.

KSBY.com | San Luis Obispo and Santa Barbara Area News