Home Cavalli Equitazione, brevetti e patenti: Fise o Fitrec-Ante

Equitazione, brevetti e patenti: Fise o Fitrec-Ante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:54
CONDIVIDI

Come prendere le patenti e i brevetti nell’equitazione. Quali sono le associazioni nazionali riconosciute per le discipline agonistiche e Olimpiche

equitazione patenti brevetti
Cavaliere a cavallo

Le uniche associazioni sportive riconosciute dal CONI sono la FISE– Federazione Italiana Sport Equestri e la FITETREC– Federazione Italiana Turismo Equestre.

La Fise si occupa di diverse discipline equestre, sia quelle agonistiche e non, e l’unica che per un percorso formativo destinato alle discipline olimpiche tra le quali anche il reining (MW) della Monta Western, riconosciuta negli ultimi anni come disciplina Olimpionica.

A differenza della Fise, la Fitetrec Ante si occupa di Monta da lavoro tradizionale (MdL), MdL veloce o monta Western (ad eccezione del reining) e del Turismo Equestre, formando guide. Tuttavia, anche la FISE ha una sezione di equitazione di campagna e per alcune discipline ha stipulato un accordo con la Fitrec nel 2018 mirato a sospendere qualsiasi attività concorrenziale.

Sia la FISE che la Fitetrec-ante rilasciano patenti e brevetti riconosciuti dal Coni, alle quali i circoli sportivi dilettantistici e associazioni sportive si possono affiliare per la formazione degli atleti e per il rilascio delle patenti e brevetti.

Accordo FISE-FITREC

L’accordo FISE-FITREC ha anche permesso la partecipazione di atleti tesserati F.I.T.E.TREC ANTE, con patenti A1 e A2 e in regola con le norme relative ai cavalli, a tutte le manifestazioni ludiche e agonistiche (per l’attività agonistica nelle discipline Reining, Endurance e Attacchi) limitatamente alle categorie per le quali è richiesto il possesso di “Brevetto B” indette e/o organizzate sotto l’egida FISE.

Parimenti la F.I.T.E.TREC ANTE a pari condizioni, permetterà la partecipazione di atleti tesserati FISE, con brevetto B, in tutte le manifestazioni ludiche e agonistiche (per l’attività agonistica nelle discipline della Monta da Lavoro, Monta Western, Mountain Trail, TREC e TREC Attacchi) limitatamente alle categorie per le quali è richiesto il possesso di “Patente A1 e A2” indette e/o organizzate sotto l’egida F.I.T.E.TREC ANTE.

Patenti e brevetti FISE

salto ostacoli

Nel regolamento “Disciplina delle autorizzazioni a montare“, la Fise ha indicato le regole specifiche riguardanti il percorso formativo che si può suddividere in non agonistico, agonistico e discipline olimpiche.

Percorsi patentini Fise non agonistici permettono il rilascio di patenti che offrono un’assicurazione senza l’accesso all’attività agonistica. Patente di livello A o patente ludica per cui è necessario solo un attestato di buona salute dal medico curante e l’attestato della vaccinazione antitetanica che funge da assicurazione.

Per quanto riguarda la formazione per le discipline olimpiche, oltre alle patenti, si deve ottenere il brevetto di livello B per avere accesso all’attività agonistica legata alle discipline olimpiche. L’esame comporta l’esecuzione di un rettangolo di dressage, una prova di salto a ostacoli e infine una prova orale di conoscenze base per la cura dell’animale, conoscenze dei regolamenti della disciplina prescelta, conoscenze in merito all’anatomia dell’animale e brevi cenni di veterinaria e mascalcia.

Patenti agonistiche non olimpiche danno accesso all’attività agonistiche di alcune specialità non olimpiche quali volteggio o endurance. Il percorso è analogo alla formazione per le discipline agonistiche.

Patenti e brevetti FITREC ANTE

In base al Regolamento delle patenti e Brevetti Fitrec  sono ammesse tutte le tipologie di monta sostenute da una storiografia tecnica univocamente riconosciuta, senza alcuna distinzione.
I percorsi formativi sono distinti in tre settori per disciplina: monta italiana; monta Western; turismo equestre e attacchi.

Le patenti abilitanti alla pratica non agonistica sono generiche e consentono di
partecipare alle attività organizzate in tutti e quattro i settori, nel rispetto dei limiti previsti dalla tipologia di patente. Spiega la Fitrec.

Le patenti non agonistiche (patente A, patente scuola e patente turismo equestre) vengono rilasciate direttamente dal centro di appartenenza.

Per poter accedere alla patente A1 di qualsiasi settore, bisogna essere in possesso della patente A, patente scuola o patente TE. Il rilascio della patente A1 di qualsiasi settore avviene tramite il proprio centro attraverso un esame interno con, minimo, istruttore di primo livello del settore di appartenenza (accompagnatore escursionista per le patenti TE) non prima di 6 mesi dal rilascio della patente non agonistica comunicando, tramite verbale l’avvenuto esame, per mezzo e-mail in segreteria nazionale.

Le patenti agonistiche A2 o A3 del settore appartenente vengono rilasciate tramite sessioni di esame organizzate dal CR comunicando in segreteria nazionale e pubblicando 15 giorni prima la data per la sessione d’esame, e verbalizzando tramite l’istruttore abilitato l’esito dell’esame da comunicare anche esso in segreteria nazionale.
Per poter passare dalla patente A2W alla patente agonistica A3W di specialità esistente non deve intercorrere un tempo predeterminato ma è necessario che il cavaliere richiedente abbia al suo attivo almeno 5 gare disputate in categoria No Pro, Novice o Amateur in competizioni Regionali o Nazionali (inclusi Special Event). Il Cavaliere verrà esaminato da un Istruttore di 3° livello di specialità il quale esaminerà il cavaliere in base al programma adottato da ogni singola disciplina.

 

C.D.

Amoreaquattrozampeè stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizieSEGUICI QUI