Home News Era sola, impaurita con una profonda ferita: il commovente “perché” dei volontari...

Era sola, impaurita con una profonda ferita: il commovente “perché” dei volontari che salvano i cani maltrattati

CONDIVIDI
@Clay County Animal Care & Control
@Clay County Animal Care & Control

Forse il concetto di “pietà” per molti non deve aver un gran significato se, di fronte ad un essere indifeso, non frenano la propria violenza. E’ uno degli elementi più sconcertanti quando si verificano casi di maltrattamento o uccisione di un animale per cui la crudeltà con la quale un individuo si accanisce contro una piccola creatura, l’abbandono o è indifferente alla sua sofferenza, lascia intendere che vi è un seme di follia, veramente pericolosa anche per le persone.

Nella Contea di Clay, in Florida, Stati Uniti, è stato ritrovato un cane in condizioni disperate da un gruppo di volontari che gestiscono il canile locale. L’esemplare chiamato Bellatrix presentava una ferita profonda sul muso riconducibile ad un combattimento.

Nonostante la stazza e la predisposizione dell’animale, probabilmente addestrato per combattere, Bellatrix ha un carattere dolce: “Nonostante le sue ferite è molto dolce con noi volontari, ama la vita e soprattutto le coccole”, scrivono i volontari in un post commovente pubblicato su Facebook dal titolo “Bellatrix. One reason Why” per raccontare la storia di questo tenero animale e il motivo per il quale ogni giorno dedicano la loro vita a questi esseri più indifesi. Per lo staff veterinario non è possibile accertare se si tratti di ferite provocate intenzionalmente ma in ogni caso, resta il fatto che l’esemplare femmina è stata abbandonata in quelle condizioni e nessuno l’ha cercata.

Bellatrix…One reason “Why” (Una ragione del “perché”)

“A volte le persone ci vengono a trovare al canile chiedendoci: Come si fa a farlo? Come si fa a lavorare qui? La questione dovrebbe invece essere: Perché? Perché dietro la paura degli animali maltrattati, persi, bisognosi e terrorizzati, nei loro occhi profondi riscopriamo il sollievo, ritroviamo il conforto. Perché per la prima volta si abbandonano tra le nostre braccia. Perché viviamo ogni giorno l’esperienza di un cane che trova finalmente una casa piena di amore dopo essere stato salvato. Perché ogni volta ci stringe il cuore quando vediamo che guardano all’esterno del box, immaginando di uscire e sanno che noi siamo la loro voce. Perché è la riposta che diamo a cani come Bellatrix ritrovata da sola, sottopeso, sfregiata e maltrattata. Lei è uno dei Perché. Perché vediamo gli atti più crudeli dell’umanità e continuiamo a credere nel bene. Perché abbiamo esperienza del male e del dolore di un proprietario quando cerca disperatamente il suo cane smarrito. Perché siamo felici quando siamo in grado di aiutare e lavoriamo ogni giorni, di notte, nel fine settimana e durante le vacanze perché vogliamo contribuire al cambiamento. I cani, per un motivo che può solo essere descritto come divino, hanno la capacità di perdonare, di lasciar andare il passato e vivere ogni giorno con gioia. E ‘qualcosa per la quale noi tutti lottiamo”.

ECCO IL POST ORIGINALE CHE RACCONTA LA STORIA DI BELLATRIX