Home News Ex randagia si sacrifica per il padrone difendendolo dall’attacco di una tigre

Ex randagia si sacrifica per il padrone difendendolo dall’attacco di una tigre

CONDIVIDI

randagio+

Ennesimo caso di devozione e fedeltà estrema per cui un cane di nome Jacky, un’ex randagia di quattro anni ha sacrificato la propria vita per salvare il suo padrone dall’attacco di una tigre.

La vicenda è accaduta venerdì scorso, nel villaggio di Barbatpur nella regione dell’Uttar pradesh, nel nord dell’India, dove un signore di nome Gurdev Singh, un contadino di 57 anni, che stava riposando all’esterno della sua abitazione è stato minacciato da una tigre.

Il cane, che era vicino al padrone, aveva avvertito la presenza del grosso felino che si aggirava tra le abitazioni, ma quando l’animale si è avvicinato a Gurdev ecco che Jacky è balzata sulla tigre, dando la possibilità al padrone di scappare e di prendere un bastone. Purtroppo, in quei pochi istanti, la tigre non ha avuto nessuna pietà e ha gravemente ferito il cane, portandolo via con sé.

Il corpo di Jacky è stato ritrovato a distanza di qualche giorno da alcuni contadini nei pressi della fattoria dei Singh. Secondo la ricostruzione fornita dal quotidiano locale The Times of India, la tigre sarebbe scappata da un parco nazionale limitrofe, il Dudhwa National Park. 

Per Jacky resta lo sconforto e l’amarezza dell’intera famiglia Singh. La piccola randagia era stata trovata dai figli di Gurdev che l’avevano presa quando era solo una cucciola da una madre randagia e da quattro anni viveva con loro: “Vorrei che gli umani imparassero come amare gli altri e mostrare devozione”, ha dichiarato Gurdev, ricordando che “Jacky era parte della nostra famiglia, accompagnava i miei figli a scuola”.