Home News Fase 2 spostamenti fuori regione legati agli animali: quando sono consentiti

Fase 2 spostamenti fuori regione legati agli animali: quando sono consentiti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:38
CONDIVIDI

Vediamo quando sono consentiti gli spostamenti fuori regione legati agli animali in questa seconda parte della Fase 2 dell’emergenza coronavirus.

spostamenti fuori regione animali
Fase 2 spostamenti fuori regione legati agli animali: quando sono consentiti (Foto AdobeStock)

Il Ministero della Salute ha specificato tramite una nota della Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari quali sono gli spostamenti fuori regione consentiti per legati agli animali.

Fase 2 spostamenti animali
Nella Fase 2 tra gli spostamenti permessi legati agli animali c’è la movimentazione per i cavalli per gli atleti (Foto Piqsels)

Il Ministero ha specificato nella nota del 25 maggio che è consentito lo spostamento motivato dalla Pet Therapy, una terapia di supporto per svariate patologie. Continua ad essere possibile recarsi fuori regione se la salute del proprio animale lo richiede, nei casi in cui il trattamento non sia possibile all’interno della propria.

Con l’apertura agli spostamenti legati alla preparazione atletica, è ora  permesso recarsi fuori regione per “lo svolgimento delle attività di allenamento degli atleti”: ad esempio è consentito recarsi nei maneggi e nei circoli sportivi dove i propri cavalli sono custoditi.

È possibile portare fuori regione gli animali collegati alle attività riaperte dal 18 maggio come quelle che prevedono la vendita al dettaglio di piccoli animali domestici e sono consentite le adozioni di animali.

Tutti gli spostamenti e le attività suddette devono essere svolti nel rispetto delle norme anti contagio, indossando i dispositivi di protezione individuale e mantenendo il distanziamento sociale di almeno 1 m in presenza di altre persone. Gli esercizi commerciali e le associazioni di volontariato devono garantire la sanificazione dei locali e la tutela dei lavoratori e dei volontari vigilando sul mantenimento delle distanze e/o alla turnazione.

Tutti questi spostamenti sono vietati alle persone sottoposte a quarantena obbligatoria per sospetta o rilevata positività al Sars-cov-2, più comunemente conosciuto come Covid 19, e ad “animali provenienti da nuclei dove sono stati trovati casi sospetti o confermati”.

Fonte: La Stampa

Potrebbe interessarti anche:

Teresa Franco