Home News Gatta scomparsa: spesi 6mila euro per salvarla, torna a casa da sola

Gatta scomparsa: spesi 6mila euro per salvarla, torna a casa da sola

CONDIVIDI

L’incredibile vicenda di Hatty, una gatta scomparsa dalla sua casa in Cornovaglia: spesi 6mila euro per salvarla, torna dalla proprietaria da sola.

gatta scomparsa
(Facebook)

Un gatto che ha ‘causato’ una missione di salvataggio costata circa 6mila euro, in sei giorni, dopo essere salito su un ponte ferroviario, si è presentato a casa – come se nulla fosse accaduto. Hatty è sopravvissuta al suo calvario mangiando un gabbiano, nel frattempo vigili del fuoco, personale delle ferrovie, RSPCA e altri volontari avevano avviato la catena di soccorsi per recuperarla. Mercoledì sera, mentre i vigili del fuoco si preparavano per un’altra operazione e i capi stazione stavano per chiudere la linea principale, Hatty arrivò alla porta della sua proprietaria.

Potrebbe anche interessarti –> Gatto torna a casa dopo due mesi e 400 km: merito del…campo magnetico terrestre

Il ritorno a casa di Hatty, la gatta scomparsa

Kirsty Howden, 39 anni, ha dichiarato euforica: “Ho sentito un miagolio all’esterno, ho guardato attraverso la finestra ed eccola lì”. Il micio era solo un po’ dimagrito e puzzolente, ma stava molto bene. Si tratta di un gatto femmina, incrocio con un Maine Coon-Serengeti, scomparsa dalla sua casa a Saltash, in Cornovaglia, l’11 maggio. È stata avvistata sul Royal Albert Bridge sul fiume Tamar – a 150 metri di altezza – il 24 maggio. I vigili del fuoco hanno trascorso dieci ore mercoledì su una scala, cercando di convincerla a entrare in una borsa, usando cibo per gatti e pesce.

Le operazioni di salvataggio della gatta sono state trasmesse in streaming da RSPCA e viste e ricondivise da migliaia di utenti, in particolare nel Regno Unito. I vigili del fuoco dovevano riprovarci dopo le 23, intanto la Network Rail ha detto che avrebbe chiuso la linea in entrata e in uscita dalla Cornovaglia nelle prime ore di ieri, così Hatty avrebbe potuto essere presa da sopra. Ma alla fine la gatta è tornata a casa da sola prima che si mettesse in moto l’ultimo tentativo di soccorrerla. I resti di un gabbiano sono stati avvistati sul ponte: si pensa possa essersi nutrita con quello. Nel frattempo, la proprietaria della gatta ha ringraziato tutti del sostegno ricevuto.

Leggi anche –> Gatto pauroso? Ecco le possibili cause e tutti i rimedi per aiutarlo

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI