Home News Ripreso in VIDEO il gatto dorato del Borneo, l’animale più timido del...

Ripreso in VIDEO il gatto dorato del Borneo, l’animale più timido del mondo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:33
CONDIVIDI

Ripreso in un video per la prima volta il gatto dorato del Borneo, l’animale più timido e schivo alle telecamere e all’uomo del mondo.

gatto dorato del borneo
Ripreso in VIDEO il gatto dorato del Borneo, l’animale più timido del mondo (Foto @Oliver Wearn/Safe Project)

Uno dei gatti selvatici più sfuggenti del mondo è stato ripreso per la prima volta in un video in un’area pesantemente abbattuta della foresta pluviale del Borneo.

Ripreso in video il gatto dorato del Borneo, l’animale più timido del mondo – VIDEO

foto gatto dorato del borneo
Una rara foto del gatto dorato del borneo (Foto @Oliver Wearn/Safe Project)

Il gatto dorato del Borneo o catopuma badia ( Pardofelis badia ), fotografato in natura per la prima volta nel sud del Sarawak nel 2003, è stato ripreso grazie a trappole fotografiche. Il gatto, estremamente raro da vedere e di dimensioni simili a un un grosso gatto domestico, con una lunga coda e un mantello rossastro o grigio, era stato classificato come estinto fino a quando le nuove immagini scattate nel Borneo malese nel 2009 e nel 2010 hanno dato nuove speranze per la sua sopravvivenza.

Gli scienziati della Zoological Society of London (ZSL) e dell’Imperial College di Londra hanno catturato più di una dozzina di immagini di questo animale a seguito di uno studio nella riserva forestale di Kalabakan, Sabah, nel Borneo malese, insieme alle immagini di altre quattro specie di gatti selvatici in questa area pesantemente isolata della foresta.

Tutte e cinque le specie sono importanti per l’ecosistema forestale perché sono predatori di una vasta gamma di altri animali. Sono anche fortemente minacciati: quattro delle cinque specie sono elencate come minacciate di estinzione nella “lista rossa” dell’IUCN.

Il dott. Robert Ewers del dipartimento di scienze della vita dell’Imperial College di Londra, che guida il progetto di conservazione delle foreste tropicali sicure nel Borneo, ha affermato che la scoperta dei gatti è la prova che grandi specie possono sopravvivere occasionalmente nelle foreste sfruttate a scopo commerciale.

Le trappole fotografiche – un dispositivo digitale automatizzato che scatta una foto con il flash ogni volta che un animale attiva un sensore a infrarossi – hanno rivoluzionato la ricerca e la conservazione della fauna selvatica, consentendo agli scienziati di raccogliere prove fotografiche di specie raramente viste e spesso in pericolo a livello globale con poche spese, relativa facilità e disturbo minimo alla fauna selvatica.

Il gatto dorato del Borneo schiva il contatto con gli esseri umani e proprio per questo è riuscito ad evitare i bracconieri. Inoltre date le sue piccole dimensioni è relativamente di poco interesse per chi cattura i felini per esporli negli zoo.

Quello girato dai ricercatori è l’unico video finora realizzato in cui si vede il gatto dorato del Borneo, chiamato anche gatto baio. Eccolo, condiviso su YouTube dal canale The Weather Channel.

Potrebbe interessarti anche:

T. F.