Home News Cucciolo di gatto gettato in acqua con un sasso legato al collo:...

Cucciolo di gatto gettato in acqua con un sasso legato al collo: il salvataggio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:05
CONDIVIDI

Un cucciolo di gatto è stato gettato in acqua con un sasso legato al collo. Una donna è soccorsa in suo aiuto. 

Cucciolo di gatto gettato in acqua con un sasso legato al collo: il salvataggio (foto Facebook)
Cucciolo di gatto gettato in acqua con un sasso legato al collo: il salvataggio (foto Facebook)

Oggi siamo davanti ad un caso di crudeltà assoluta. Ne esistono molti di casi di maltrattamento gravi nei confronti degli animali, ma quello di oggi è uno di quelli che macchia la razza umana di mancanza di nobiltà d’animo e d’amore.

Il protagonista di oggi è un gattino di pochi mesi che se non fosse tratto in salvo da una donna, da un angelo custode, avrebbe potuto morire nel peggiore dei modi.

Non desideriamo fare di tutt’erba un fascio, ma attraverso queste storie ci rendiamo conto di quanto gli animali siano migliori di noi uomini.

Detto ciò, passeremo con la narrazione della storia di oggi che ha visto un cucciolo di gatto lottare tra la vita e la morte a causa di ignobile gesto di un ragazzo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO>>> Breton cade in un pozzo durante una battuta di caccia: il salvataggio – VIDEO

Cucciolo di gatto gettato in acqua con un sasso legato al collo: il salvataggio

Cucciolo di gatto gettato in acqua con un sasso legato al collo: il salvataggio (foto Facebook)
Cucciolo di gatto gettato in acqua con un sasso legato al collo: il salvataggio (foto Facebook)

Siamo a Rovato, un comune in provincia di Brescia situato nella parte meridionale della Franciacorta. Qui, lo scorso 27 settembre un gattino di pochi mesi di razza American short hair è stato gettato nelle acque di un torrente con un sasso legato al collo.

Gesto così crudele che non meriterebbe nemmeno di essere raccontato, ma grazie all’informazione si spera che queste azioni nel futuro non vengano più commesse da nessuno.

Per fortuna una donna ha assistito alla scena e si è subito tuffata nelle acque del torrente Carera per recuperare il micio che stava affogando.

Una volta tratto in salvo, il nostro amico a quattro zampe è stato riconsegnato al suo legittimo proprietario che non riesce a capacitarsi di come un ragazzo possa essere arrivato a compiere un gesto così grave.

Secondo le ricostruzioni fatte dalla donna che ha soccorso il micio, un ragazzo aveva preso dal giardino della casa dove abita il nostro amico a quattro zampe e lo avrebbe portato a qualche chilometro di distanza, proprio in riva al canale che scorre tra campi e case.

La donna in preda al panico ha affermato che il ragazzo “gli ha legato un cordino al collo e poi lo ha buttato in un canale osservando la scena fregandosene di essere visto dalle persone che abitano lungo il canale”.