Home News Gatto nero day: 30 artisti celebrano il felino domestico a Genova

Gatto nero day: 30 artisti celebrano il felino domestico a Genova

CONDIVIDI

Sono vittime di superstizioni e al contempo affascinano per la loro bellezza e per quell’alone di mistero che li avvolgono. I gatti in alcune culture portano fortuna in altre no  e tra tutti i felini domestici, quello nero è sempre quello più temuto. Ad esempio, se un gatto nero entra in una casa, porterà prosperità ma se attraversa la strada per molti è portatore di sfortuna. Ecco perché, molto spesso, il gatto nero è anche uno degli animali maggiormente utilizzato per rituali “malefici” legati ad alcune circostanze come ad esempio la sera del 31 ottobre, nella notte di Halloween. Non a caso, ogni anno, molte associazioni ricordano di fare attenzione ai felini domestici neri a ridosso questa ricorrenza.
Al fine di sfatare il mito del gatto nero ma anche per celebrare la sua bellezza, ogni anno si svolge la Giornata del Gatto Nero Day. Per celebrare la quattordicesima edizione del Gatto Nero Day prevista per venerdi 17 novembre, l’associazione italiana difesa animali e ambiente (Aidaa) ha promosso una mostra a Genova in collaborazione con il Centro di Cultura Formazione ed Attività Forensi dell’Ordine degli Avvocati di Genova.
il percorso espositivo a cura dell’avvocato Gabriella De Filippis propone ben trenta artisti che esporranno le loro opere sul tema del gatto nero.

Le opere saranno visibili presso la sede dell Centro in vi XII Ottobre 3 fino al prossimo 30 novembre tutti i giorni dalle 10h alle 18h.

“La giornata nata inizialmente per tutelare l’immagine e la storia del gatto nero è diventata sempre più un’appuntamento culturale e sociale che viene celebrato da più parti in Italia e nel mondo”, sottolinea Aidaa, ricordando che proprio in vista della Giornata del Gatto nero sarà anche possibile fino al 10 novembre inviare foto all’indirizzo mail dell’associazione (direttivo.aidaa@libero.it) che provvederà a pubblicare le immagine dei gatti neri degli utenti sul blog di Aidaa.