Home News Giulietta, pit bull ritrovato a Palermo: primo intervento andato a buon fine

Giulietta, pit bull ritrovato a Palermo: primo intervento andato a buon fine

CONDIVIDI

giulietta

Una dolce esemplare di pit bull che sta tenendo con il fiato sospeso migliaia di utenti che come per il caso Palla alla clinica Due Mari , stanno seguendo gli sviluppi di tutta la vicenda. Giulietta, così è stata chiamata dai volontari, è stata trovata prima di Pasqua in un bagno di sangue. Il caso sollevo lo sdegno degli utenti, richiamati dalle fotografie di quel cane che inizialmente si pensava fosse stato vittima dei combattimenti. In realtà, a distanza di qualche giorno, l’ipotesi più probabile è che Giulietta sia stata investita e lasciata in quel modo agonizzante, con la mascella fratturata.

Nonostante le sue condizioni potessero sembrare disperate, i volontari dell’organizzazione No Profit Felici Nella Coda Onlus hanno fatto il tutto per tutto per poterla salvare, avviando una raccolta fondi sui social grazie alla quale, Giulietta è stata finalmente operata, il giorno seguente di Pasquetta. Le condizioni del cane stavano migliorando ed era è stato pertanto possibile sottoporla all’intervento.

Grazie ad un post condiviso dal vicepresidente dell’Associazione, Salvatore Libero Barone, con al fotografia di Giulietta, un po’ attonita dall’anestesia, si apprende che l’operazione è andata a buon fine: “Sono state ricomposte 3 delle 4 fratture. Sono stati applicati chiodi compressivi trapassanti tra i rami mandibolari, cerchiaggio per la sinfisi mandibolare e fili di tensione in due tunnel ossei tra il ramo mandibolare sinistro e la rispettiva branca montante. Parole di vet”, ha reso noto Barone, sottolineando che “sembra che sia andata benino, ma ovviamente bisognerà aspettare domani e i prossimi giorni per capire come reagirà. Speriamo bene, Giulia merita tutto il bene del mondo e anche di più”.

L’associazione ha poi tenuto a ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alle spese per poter operare il cane, invitando a continuare ancora a sostenere l’attività non solo per le successive cure e trattamenti di Giulietta ma anche per tutti gli altri pelosi accolti nel rifugio.

In attesa di aggiornamenti, ci associamo alle parole di Salvatore, sperando che Giulietta reagisca bene!