Home News Governo australiano decide di abbattere due milioni di gatti nei prossimi 5...

Governo australiano decide di abbattere due milioni di gatti nei prossimi 5 anni

CONDIVIDI

gatti8o

Si stima che vi siano circa 20 milioni di gatti in Australia che provocano la morte di almeno 75milioni di animali e minacciano 120 specie native australiane. Inoltre, in base alle ricerche, i gatti sono responsabili di 28 delle 29 estinzioni degli ultimi 200 anni.

Ecco perché il governo australiano ha deciso di condurre una vera e propria battaglia, per non parlare di sterminio, sopprimendo circa 2 milioni di gatti selvatici nei prossimi cinque anni.

Tuttavia, l’operazione governativa di certo graverà sulla coscienza di chi avrà preso la decisione e scatenerà polemiche, in quanto per eliminare i gatti saranno utilizzate delle esche vive, mentre è stata creata una app, FeralCatScan, che consentirà alle persone di allertare le autorità sulle aree in cui è stato avvistato un gran numero di predatori.

“E’ molto importante sottolineare che non odiamo i gatti. Però non possiamo più tollerare il danno che stanno facendo alla nostra fauna selvatica. Oltre 120 specie sono a rischio estinzione e la scienza ha dimostrato, con evidenza cristallina, che la più grande minaccia sono proprio i gatti”, ha commentato Gregory Andrews, nominato Commissario per le specie minacciate.

Mentre il ministro dell’ambiente Greg Hunt parla di “un provvedimento necessario”, per poi sottolineare che il governo sta anche cercando di stillare una regolamentazione più severa per chi possiede un gatto e su misure per il controllo della popolazione, come la sterilizzazione e l’uso del microchip.

Tanto che senza mezzi termini, Hunt ha concluso che “entro il 2020 voglio vedere 2 milioni di gatti selvatici abbattuti e le misure di controllo applicate su 10 milioni di ettari”.

Per gli esperti, tra i quali l’ecologista, Damien Licari, “bisogna prendere provvedimenti perché agli animali domestici non sia loro permesso di uscire”, precisando che “non c’è dubbio che cani e gatti domestici abbiano un impatto devastante sui piccoli mammiferi e sugli uccelli delle aree urbane”.

I gatti sono ottimi predatori che cacciano i piccoli marsupiali autoctoni australiani impreparati in quanto i felini domestici sono stati importati dai coloni britannici e si sono proliferati e inselvatichiti.